L’uomo dei ghiacci

Camionisti poveri e buoni contro industriali ladri e cattivi

0

L’uomo dei ghiacci
di Jonathan Hensleigh
con Liam Neeson, Laurence Fishburne, Marcus Thomas, Amber Midthunder, Benjamin Walker

Lian Neeson stavolta è un camionista che guida in coppia col fratello handicappato da una nevrosi di guerra. Accetta un incarico suicida: portare dopo un disastro in una miniera in Manitoba strumenti di soccorso con una colonna di tre tir correndo sopra il ghiaccio di un lago. Se vai troppo piano il ghiaccio si apre e ti ingoia e se vai troppo forte si scuote e ti ingoia. E correndo contro una serie di sabotaggi messi in atto da qualcuno che non vuole che i minatori vengano salvati. Lo aiutano nell’impresa Laurence Fishburne e una guidatrice di tir nativa americana (Midthunder) che invece di una ballerina snodata che balla la hula, tiene sul cruscotto il generale Custer che ondeggia con una freccia nel cappello (così capirete a cosa servono le statuine mobili sui cruscotti…). Il film è basico: buoni poveri contro industriali cattivi aiutati da agenti perversi in una variante gelida di Vite vendute e Il salario della paura (qui il ghiaccio e gli attentati si sostituiscono alla nitroglicerina che portavano gli autisti di quei film). Neeson continua la sua galleria di eroi maneschi e rocciosi.
Hensleight ha firmato The Punisher e Kill the Irishman.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome