Weekend al cinema, la sfida tra Diabolik e Spider-Man

0
Diabolik

Un grandissimo weekend di cinema. Mai come in questo fine settimana di metà dicembre, ad un passo dal Natale, c’è solo l’imbarazzo della scelta per chi vuole passare due ore davanti al grande schermo. E noi, come sempre al venerdì, vi presentiamo le nuove uscite.

Era dal 1968, dal Diabolik di Mario Bava, che l’eroe nero creato da Angela e Luciana Giussani non approdava al cinema. Dopo 53 anni i Manetti Bros. hanno deciso che era l’ora di riprovarci ed hanno scelto Luca Marinelli per interpretare Diabolik, Miriam Leone nel ruolo di Eva Kant e Valerio Mastandrea come Ginko. Il film racconta in particolare l’incontro fra Diabolik ed Eva, narrato nel terzo albo della serie a fumetti. Nel cast ci sono anche Claudia Gerini e Serena Rossi, mentre Manuel Agnelli interpreta due canzoni della colonna sonora.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Se Diabolik è un eroe nero, l’Uomo Ragno è un supereroe senza bisogno di troppi aggettivi. Spider-Man: No Way Home di Jon Watts è l’ennesimo capitolo di una saga senza fine, sequel di Spider-Man: Far from Home uscito due anni fa. In questa nuova avventura, dopo che Mysterio ha rivelato al mondo che Peter Parker è Spider-Man, l’Uomo Ragno si rivolge a Stephen Strange perché il mondo dimentichi questo segreto. Qualcosa non andrà però per il verso giusto e l’eroe della Marvel si ritroverà così ad affrontare nuovi nemici. Tom Holland è Spider-Man, ma nel cast figurano anche Zendaya, Benedict Cumberbatch, Marisa Tomei, Alfred Molina e Willem Dafoe.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

House of Gucci di Ridley Scott è un altro film attesissimo, ispirato com’è ai noti fatti di cronaca del 1985, che portarono all’omicidio di Maurizio Gucci ed alla condanna come mandante dell’ex moglie Patrizia Reggiani. Il cast è pazzesco: i due ruoli principali sono di Lady Gaga e Adam Driver, ma ci sono anche Jared Leto, Jeremy Irons, Salma Hayek e Al Pacino.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

One Second di Zhang Yimou vede il regista cinese, tre volte in carriera candidato all’Oscar, raccontare l’incontro tra una vagabonda e un prigioniero evaso da un campo di lavoro, durante gli anni della Rivoluzione Culturale. Il film doveva essere in concorso al Festival di Berlino nel 2019, ma era poi stato ritirato ufficialmente per motivi tecnici. Ora arriva finalmente nelle sale, dopo essere stato presentato all’ultima Festa del Cinema di Roma.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Chi ha incastrato Babbo Natale? di Alessandro Siani è il film più tipicamente natalizio di questo 2021, non fosse altro per la presenza nel cast di Christian De Sica, il re dei cinepanettoni, qui nel ruolo di Babbo Natale. La storia raccontata strizza l’occhio alla contemporaneità: al centro della vicenda c’è infatti un’azienda che si occupa di consegne online che non digerisce il fatto di perdere il primato sul mercato nel periodo di Natale per “colpa” di Santa Claus. Tenterà così con tutti i mezzi, anche poco leciti, di screditare la “concorrenza”. Nel cast, oltre a Siani e De Sica, ci sono anche Angela Finocchiaro e Diletta Leotta.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Nimby – Not in My Backyard di Teemu Nikki è un film finlandese presentato fuori concorso all’ultimo Noir in Festival di Milano. La trama è incentrata su una serie di rivelazioni inattese: quelle di una coppia di ragazze che rivelano la propria omosessualità, di una coppia di genitori che per vent’anni hanno avuto una vita di coppia aperta e bisessuale e di un fidanzato neonazista nel passato di una delle due giovani donne.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome