Addio a Marco Mathieu

0
Marco Mathieu

Per andarsene definitivamente ha scelto la vigilia di Natale. Oggi è morto Marco Mathieu. È successo al Presidio San Giacomo di Torino, dove era ricoverato ormai da oltre quattro anni. Il 13 luglio 2017 ebbe un ictus mentre a bordo della sua Vespa Piaggio stava andando da Roma a Ostia. Da allora non si è più svegliato, anche se i genitori Paola e Bruno e la sorella Patrizia gli sono sempre rimasti vicini ed hanno continuato ad informare i tanti amici che chiedevano notizie sulle sue condizioni. 

Marco Mathieu, già bassista dei Negazione (band torinese di hardcore punk attiva dal 1983 al 1992: oltre mille concerti e cinque album), storica firma del giornalismo (musicale e non solo: era vice capo della redazione sportiva di Repubblica), nonché scrittore (tra i suoi libri ricordiamo “A che ora è la fine del mondo?”, “In viaggio con Manu Chao”, “Il portiere di riserva” e “OltreNero”), sceneggiatore e documentarista: per esempio da uno dei suoi molti viaggi nacque “Prigionieri” per RepubblicaTv. Inoltre ha contribuito alla realizzazione di uno splendido docufilm sul calciatore brasiliano Socretes, di cui ha firmato la regia Mimmo Calopresti.

Nato a Torino il 6 marzo 1964, oltre a un’immensa passione per la musica (parlarne con lui è sempre stato un piacere, in particolare se il nocciolo del discorso era il punk con tutte le sue diramazioni e influenze), Marco coltivava da sempre un grande interesse anche per il gioco del calcio: tifosissimo del Toro, aveva giocato come stopper nell’Osvaldo Soriano Footbal Club (cioè la Nazionale Italiana Scrittori).

Se ne va una persona bellissima, che aveva un sacco di interessi e amava la vita. Finché ha potuto, l’ha vissuta intensamente, coltivando le sue molte passioni.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Facebook Like social plugin abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Spettakolo! nasce nel 2015 e si occupa di cinema, musica, travel, hi-tech. Alla Redazione di Spettakolo! collaborano varie figure del mondo del giornalismo (e non) desiderose di raccontare tutto ciò che per loro è "spettacolo" (appunto).

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome