Cose che si dicono è il nuovo singolo di Cordio

0

Continua a passo spedito l’avvicinamento di Cordio al nuovo album. A due mesi esatti dall’uscita di Mezza mela (qui la nostra intervista), è disponibile dalla mezzanotte di mercoledì 19 gennaio anche Cose che si dicono, un brano ironico e molto leggero, che però nasconde una certa malinconia di fondo, com’è nello stile del cantautore di origini siciliane.

È la storia di una telefonata ad una ex, o forse è solo frutto dell’immaginazione e questa telefonata – iniziata male e finita anche peggio – non è mai iniziata. La produzione, come per il singolo precedente, è affidata a Lorenzo Vizzini che persevera nella scelta – assolutamente vincente – di mettere al centro di tutto il progetto la musica suonata.

Di questo brano, Cordio dice: «È una canzone vulcanica, nel senso che è venuta fuori come un’eruzione, dopo giorni in cui cercavo le parole per dire come mi sentivo ma non le trovavo. È scritta con lo stomaco più che con la testa, e questa per me è una grande novità».

In contemporanea con la pubblicazione sugli store digitali, è uscito anche il videoclip ufficiale della canzone, realizzato da Giovanni Tommaselli, che quasi sembra una cartolina della città dove è stato girato (Catania, città natale di Pierfrancesco).

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Facebook Like social plugin abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Tanti interessi, tutti diversi, ma che in comune hanno una cosa: scrivere. Non fa altro da quando ha imparato e sogna che questo diventi il suo mestiere. Cittadina del mondo con la Puglia nel cuore e uno zaino sempre pronto per nuove esperienze. Tra le più giovani collaboratrici del sito, non le manca il carattere per difendere le sue idee.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome