Emma: “Polemiche Michielin? È valida, e poi non è l’unica che dirige l’Orchestra senza diploma”

1

Dieci anni fa il battesimo e la vittoria con Non è l’inferno. Post consacrazione, Emma è tornata al Festival tre anni dopo, per condurlo con Carlo Conti, Arisa e Rocío Muñoz Morales. Ora la cantante salentina è di nuovo in gara (per la terza volta) con Ogni volta è così e riappare nella Città dei Fiori coi voluti rinforzi: a dirigere l’orchestra ci sarà infatti Francesca Michielin.

In un incontro coi giornalisti, la cantautrice rivela intatta la sua grinta e schiettezza, caratteristica che la rende simpatica da sempre. Una simpatia ricambiata, a quanto pare, visto il suo esordio in conferenza stampa. “Faccio l’intervista coi più simpatici”, comincia lei, per poi dedicarsi al brano. “Ogni volta è così non è semplicemente una canzone d’amore, ma un pezzo impegnativo. Una canzone di denuncia: parla di una condizione, ma non solo femminile, che si vive nelle relazioni. E’ un pezzo che invita a dire le cose come stanno. Purtroppo viviamo in un Paese in cui è ancora presente il patriarcato. Le donne hanno difficolta a mantenere una relazione stabile perché non sempre possono dire la verità”.

Una canzone che potrà durare nel tempo, anche se la Marrone ammette di non cercare la hit song a tutti i costi,  valorizzata poi dal contributo dell’Orchestra, diretta dalla cantante di Bassano. A proposito delle  polemiche infinite che hanno coinvolto la scelta di averla affianco come direttrice d’Orchestra, Emma assicura convinta: “Vi posso fare un lunghissimo elenco di uomini che dirigono l’Orchestra di Sanremo ma non sono diplomati al Conservatorio. Le polemiche saranno smontate dalle nostre esibizioni e dalla  capacità di Francesca. Lei si sta diplomando, anche se un pezzo di carta non aggiunge altro al suo valore”.

Insomma, la cantante rilancia al mittente ogni possibile accusa sull’amica/collega, visto che in fin dei conti questo Festival se lo vuole proprio godere, arrivandoci dopo uno slalom di tutto rispetto tra set, XFactor (dove è stata uno dei quattro giudici per il secondo anno di seguito) e tour, augurandosi anche che il palco possa riaccendere la sacra fiamma della scrittura.

Intanto si prepara al Festival, dove ha scelto- per la serata delle cover –  Baby One More Time di Britney Spears. “Baby One More Time è un successo mondiale. Mi ricordo quando ci attaccavamo a MTV per vedere il video, con questo brano vogliamo fare un omaggio al pop. Il mondo del cantautorato l’ho toccato con mano, ma io sono una poppettara. Io e Francesca abbiamo reso omaggio alla musica pop che tanto amiamo. Ultimamente mi sono appassionata della questione del Free Britney. E’ una storia che riguarda molti artisti. I numeri sembrano più importanti di quello che siamo”, sbotta amaramente.

In seguito Emma sottolinea anche i cambiamenti in seno alla Kermesse. “Negli ultimi anni il Festival è cambiato tanto. Amadeus ha fatto delle scelte musicali molto ardite, ma vincenti. Anche lo scorso anno gli artisti che hanno fatto Sanremo hanno avuto possibilità importanti. La musica ha avuto un’evoluzione e anche i cantanti stanno cambiando tanto. Qualcuno, poi, ha iniziato a scendere dal piedistallo e mettersi in gioco”.

Di sicuro per la cantante lanciata da Amici – che non ha nemmeno un album da promuovere in Riviera – questo è il Sanremo più bello di sempre, forse perché ha imparato a fare pace con la condizione di chi viene giudicato costantemente, certa ormai di non dover dimostrare più niente a nessuno, se non a sé stessa.

1 COMMENTO

  1. Ci vuole la laurea + 2 anni di specializzazione x direzione d’orchestra….dopo 10 anni di conservatorio
    Quindi non può’ dire di esserlo
    Si chiama millantato credito
    E zero rispetto x quelli che hanno il titolo professionale x farlo
    È solo marketing e menefreghismo x le regole

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome