Al via la nuova stagione del Teatro de LiNUTILE nel segno di Peggy Guggenheim

Il Teatro de LiNUTILE dà il via alla Stagione Teatrale 2022 con “Peggy”, spettacolo dedicato alla più grande collezionista d’arte europea ed americana del XX secolo. Interpretato da Marta Bettuolo e diretto da Stefano Eros Macchi. «Attraverso la storia di Peggy Guggenheim vogliamo esortare le nuove generazioni a perseguire i propri sogni, a non accettare strade precostituite e perseguire con fermezza la propria strada». Sold out la data di venerdì 11 nuova replica sabato 12 febbraio.

0

Ha scelto la straordinaria figura di Peggy Guggenheim il Teatro de LiNUTILE di Padova per dare il via alla Stagione 2022 che, dopo due anni di pausa, vedrà finalmente tornare gli spettatori nella sala di via Agordat venerdì 11 e sabato 12 febbraio alle 21.00.

Una donna forte, che non ha mai rinunciato a perseguire i propri sogni e le proprie passioni, arrivando ad essere, con la sua cultura e il suo mecenatismo, una delle figure più importanti per l’arte europea ed americana del XX secolo.

«Peggy Guggenheim rappresenta un bellissimo esempio di emancipazione femminile – raccontano Marta Bettuolo e Stefano Eros Macchi-. Fuori dagli stereotipi di donna ricca, e quindi felice, Peggy ha scelto con caparbietà di scoprire la sua vera natura e i suoi talenti ritrovando nell’arte figurativa la massima espressione di sé. Ha sperimentato tante strade per intuire che la sua missione era valorizzare il lavoro altrui più che la sua figura»

Concetti che il Teatro de LiNUTILE ha voluto esplicitare quest’anno anche attraverso la stesura di un proprio Manifesto che, esplicitando la propria visione dell’attività teatrale, formativa e culturale, invita la propria comunità a mettersi in movimento, ad agire criticamente sul mondo che la circonda, a spingere al massimo la propria potenzialità. Un messaggio soprattutto rivolto ai giovani, che il Teatro vuole avvicinare al bello offrendo loro nuovi strumenti di giudizio.

«Il taglio dello spettacolo racconta appositamente di una giovanissima Peggy, proprio per esortare le nuove generazioni a perseguire i propri sogni a non accettare strade precostituite a cercare con fermezza la propria strada».

Fedele all’idea del Teatro come “pratico”, come uno strumento che lavora sull’essenzialità del messaggio scenico, lo spettacolo, diretto da Stefano Eros Macchi, vede Marta Bettuolo sul palco con solo un baule, diversi cappelli e uno schermo a tutta parete. Una carrellata di video interattivi, realizzati da Marta Mancusi, accompagnano l’attrice e il pubblico nei primi 50 anni di storia sociale e culturale europea del ‘900, evidenziando le battaglie personali combattute da una giovane borghese, solo in apparenza privilegiata, smaniosa di dare un senso concreto alla sua vita, trovando proprio nell’arte contemporanea e nella sua promozione nel mondo, la sua missione.

Venerdì 11 febbraio 2022, ore 21.00 – SOLD OUTSabato 12 febbraio 2022, ore 21.00 – NUOVA REPLICA

Teatro de LiNUTILEVia Agordat 5, Padova

Peggy

Adattamento e regia: Stefano Eros MacchiCon: Marta BettuoloVideo: Marta MancusiProduzione: Teo Srls

Biglietto intero: 12€Biglietto ridotto: 8€Prenotazioni: obbligatoria via WhatsApp al numero 329.7162225o via mail: 

L’accesso agli spettacoli è consentito solo con Green Pass rafforzato e mascherina di tipo Ffp2.

Per informazioniwww.teatrodelinutile.com

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Facebook Like social plugin abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Nato a Roma nel 1984, ma vivo a Venezia per lavoro. Musicista e cantante per passione e per diletto, completamente autodidatta, mi rilasso suonando la chitarra e la batteria. Nel tempo libero ascolto tanta musica e cerco di vedere quanti più concerti possibili, perchè sono convinto che la musica dal vivo abbia tutto un altro sapore. Mi piace viaggiare, e per dirla con le parole di Nietzsche (che dice? boh!): "Senza musica la vita sarebbe un errore".

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome