Omaggio a Monica Vitti al Cinemino di Milano

Giovedì 10 febbraio 2022 alle 19.00, La notte e alle 21.30 L’avventura di Michelangelo Antonioni, in programma nella sala di via Seneca, 6, per ricordare l’attrice scomparsa

0
Monica Vitti

L’ingresso ai due spettacoli è gratuito

Orso d’oro al Festival di Berlino, David di Donatello e Nastro d’argento, La notte, 1961,  interpretata magistralmente da Monica Vitti, Jeanne Moreau e Marcello Mastroianni è una pellicola esistenzialista dal linguaggio innovativo sulla sfondo dell’Italia del boom economico. Girato l’anno prima L’avventura, presentato in concorso al 13° festival di Cannes, dà inizio alla collaborazione artistica e sentimentale tra l’attrice romana e il regista ferrarese che proseguirà con La notte e Deserto rosso, 1964. La Vitti, musa di Antonioni, grazie a queste interpretazioni, diviene una delle stelle più luminose del cinema italiano degli anni Sessanta, apprezzata anche a livello internazionale.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Facebook Like social plugin abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Pierfranco Bianchetti , giornalista pubblicista e socio del Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani è laureato in Sociologia a Trento. Ex funzionario comunale, responsabile dell’Ufficio Cinema del Comune di Milano, ha diretto n l’attività del Cinema De Amicis fino alla chiusura nel 2001. Ha collaborato a Panoramica – I Film di Venezia a Milano, Locarno a Milano, Il Festival del Cinema Africano; Sguardi altrove; ha scritto sulle pagine lombarde de l’Unità e de Il Giorno, Spettacoli a Milano, Artecultura, Top Video; Film Tv; Diario e diversi altri periodici. Attualmente scrive per Cinecritica, collabora a Riquadro.com e cura il sito lombardo del SNCCI. Ha realizzato rassegne e cicli sul tema “Cinema e Storia” presso il “Civico Museo di Storia Contemporanea” di Milano e la Biblioteca Civica di Via Oglio.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome