Parigi tutto in una notte

La Francia di oggi tutta in un pronto soccorso mentre nella piazza ci si scontra

0

Parigi tutto in una notte
di Catherine Corsini
con Valeria Bruni Tedeschi, Marina Foïs, Pio Marmaï, Aïssatou Diallo Sagna, Caroline Estremo

La fumettista Valeria Bruni Tedeschi sta per essere abbandonata dalla compagna (e suo editore) Marina Fois.  Cade e si rompe un gomito (da cui il molto simbolico titolo originale La fracture) e finisce in un affollatissimo pronto soccorso parigino accanto al camionista “gilet giallo” Pio Marmai. Fuori i gilet gialli e la polizia si scontrano e i feriti inseguiti e i lacrimogeni entrano nell’ospedale.  Quindi problemi personali sociali e politici (nonché di salute e sulla politica della salute) si intrecciano in maniera convulsa. La Bruni Tedeschi gioca con la consueta follia, un po’ aiutata dagli analgesici che ricombina a modo suo, Marmai serve a trascinare nella commedia borghese la tragedia proletaria con toni disperati ma non seri. La “frattura” (a cui fa da contorno la vita dura degli ospedalieri) è evidente che non riguarda solo il gomito della disegnatrice o la vita delle due donne  bensì la Francia intera e forse questa ambizione eccessiva sposta un po’ la storia dalla Nouvelle Vague che la Corsini ama a certi sapori da Victor Hugo. E vabbè.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome