Un altro mondo

Vincent Lindon contro le leggi del mercato, terzo film della trilogia sul lavoro di Stéphane Brizé

0

Un altro mondo
di Stéphane Brizé
con Vincent Lindon, Sandrine Kiberlain, Anthony Bajon, Marie Drucker, Guillaume Draux

Un’azienda di elettromestici in Francia. I manager sono chiamati a tagliare il 10% dei dipendenti. Il direttore di stabilimento Vincent Lindon, già sotto pressione per un divorzio da troppo lavoro, e per un figlio adolescente che manifesta squilibri psichici, si trova tra il martello della direzione generale che vuole dimostrare alla casa madre americana che la filiale francese non si sottrae ai suoi doveri e l’incudine dei sindacati che chiedono a Lindon di continuare a mantenere la sua fama di dirigente leale. Più che leale lui è quasi eroico: elabora un piano per salvare i dipendenti sacrificando gli stipendi dei dirigenti. A questo punto viene persino elogiato in teleconferenza dal Grande Capo in persona, che spiega che i dirigenti li vorrebbe anticonformisti come lui, ma che di dirigenti anticonformisti che mettono i diritti dei lavoratori prima dei guadagni degli azionisti ne fa volentieri a meno perché anche lui ha un capo: Wall Street. Ci sarebbe una via d’uscita, non vi diciamo quale e se Lindon la prende. Con questo film Stéphane Brize chiude la trilogia sul mondo del lavoro dopo La legge del mercato e In guerra. Protagonista sempre Vincent Lindon.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome