Downtown Abbey II- Una nuova era

Secondo film sul paradiso degli snob british. Arriva il cinema

0

Downtown Abbey II – Una nuova era
di Simon Curtis
con Hugh Bonneville, Elizabeth McGovern, Maggie Smith,  Nathalie Baye, Laura Haddock, Julian Fellowes, Hugh Dancy, Dominic West, Jim Carter, Michelle Dockery,

Nel primo film (quello del 2019 diretto da Michael Engler), dopo 52 episodi tv a Downtown Abbey arrivava il re Giorgio V, faceva sostituire la servitù del maniero con la sua e veniva sventato un attentato. In questo secondo film, diretto da Simon Curtis, a Downtown Abbey arriva il cinema ( il tetto fa acqua e affittare il maniero a una troupe renderà una bella cifra) e la servitù sostituirà le comparse. In parallelo si indaga su un’eredità imprevista:  forse il signore di Downtown Abbey è figlio naturale di un aristocratico francese. Il quesito che ci inchioda è capire se in gioventù Maggie Smith faceva sesso oltremanica. Il film che si gira tra le mura di Downtown Abbey è proprio sul passaggio dal muto al sonoro, e l’attrice principale -guarda un po’-è preoccupata perché ha la voce da cornacchia come l’attrice di Cantando sotto la pioggia, ma Lady Mary rivela grandi doti di doppiatrice, anche perché le piace il regista. Come in tutte le puntate precedenti la deliziosa rivelazione che commuove ogni spettatore è che  la nobiltà inglese credeva di comandare, ma in realtà a comandare era la servitù, saggia, brillante e infinitamente snob (più dei padroni). Sceneggiatura, ovviamente, di Julian Fellowes che ha firmato tutti gli episodi tv, il film precedente e tutte le storie di teste coronate da Gosford Park di Altman (2001) ai nostri giorni.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome