Gli amori di Anais

L'eccitante confusione di una vita sentimentale indecisa a tutto

0

Gli amori di  Anaïs
di Charline Bourgeois-Tacquet
con Anaïs Demoustier, Valeria Bruni Tedeschi, Denis Podalydès, Jean-Charles Clichet

Anaïs ( Anaïs Demoustier) è bella, inafferrabile, instancabile, assolutamente inaffidabile in amore, nel pagamento dell’affitto, sul lavoro o nel portare a termine la tesi. Affascina e fa venire i nervi per quanto è incostante e talvolta incosciente. Poi mentre molla un suo maturo amante sconcertato decide di sedurne la moglie (Valeria Bruni Tedeschi) che rappresenta tutto quello che Anaïs vorrebbe essere: matura, affascinante, scrittrice, bisex. Se non fosse un film di temi modernissimi a tecnologia avanzata potrebbe essere uno strano incrocio tra la Nouvelle Vague più sbarazzina degli anni Sessanta incrociata nei ritmi alle sceneggiature di grandi autori da citazione degli anni Settanta. Tanta effervescenza  passa come il vento, lascia una brillante malinconia e poi va via.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome