Jurassic World – Il dominio

Dinosauri clonati, ragazzine clonate, grano OGM e cavallette su misura

0

Jurassic World – Il dominio
di Colin Trevorrow
con Chris Pratt, Bryce Dallas Howard, Sam Neill, Laura Dern, Jeff Goldblum

Siamo al sesto episodio della saga, i dinosauri clonati in Jurassic Park ormai si sono diffusi in tutto il mondo, in tutte le dimensioni e con notevoli cambiamenti genetici. Per cui tornano in campo gli eroi spielberghiani di Jurassic Park (Neill, Dern e Goldblum) accanto agli eroi più muscolari di Jurassic World (Pratt, Howard). Il meccanismo è il solito: stupirsi di come sono animati bene bestioni e bestiolini, introdurre tematiche più green e country, affiancare inseguimenti moto/raptor da fare invidia a 007, aggiungere eroine LGBTQ+ (non si sa mai, si andasse agli Oscar), inserire la tematica della ragazzina che non sa se è clonata come la pecora Dolly o è stata fatta dall’amore della mamma, mettere la dinosaurina nata per partenogenesi, mescolare con la multinazionale che sembra diretta dal CEO di una nota casa di computer e sembra l’altra multinazionale che compra i nomi dei semi (e qui manda in campo cavallette grosse come gatti che divorano solo le messi cresciute con semi indipendenti). Effetti interessanti, ritmo (anche per non notare che non c’è niente di nuovo) e qualche lepidezza sentimentale derivata dal repertorio hollywoodiano più le consuete scene con sauri con problemi di alito e la conseguente battuta “ ma cosa mangiano?”. Novità: i “cattivi” stanno sulle dolomiti, dove tra ghiacciai di fantasia appaiono foreste tropicali. Jeff Goldblum ha sempre le battute più surreali.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome