Altre rive. Festival Cinematografico Interculturale Palermo

Dal 20 al 22 giugno 2022 al Cinema Rouge e Noir, Piazza Verdi, 8, la manifestazione che presenta produzioni cinematografiche, fiction e documentarie di vari paesi

0
Altre Rive Festival cinematografico intercolturale

L’iniziativa promossa dall’Ambasciata di Germania in Italia è inserita nel progetto Sud! Sud! Sud!

Palermo è da sempre una città cosmopolita, ancora visibilmente influenzata dalla cultura araba e dalla migrazione dall’Africa; una città che per secoli è stata il cuore economico e politico della Sicilia e al contempo crocevia di popoli europei e mediterranei. È in questo contesto che nasce la manifestazione realizzata dall’Ambasciata Federale di Germania a Roma e dal Goethe Institut di Palermo diretto da Heidi Sciacchitano, insieme a Carlo Chatrian, direttore artistico del festival internazionale del cinema a Berlino e a Vincenzo Bugno, direttore del World Cinema Fund. Si inizia lunedì 20 alle ore 16.30 con Il signor Bachman e la sua classe, documentario di Maria Spech incentrato sui metodi di insegnamento di un professore della scuola multimediale della cittadina industriale di  Stadtallendorf, che impiega metodi educativi anticonvenzionali per consolidare il dialogo tra studenti e si prosegue alle ore 21.00 con Die Welt wird eine andere sein/Copilot di Anne Zohra Berrached, storia d’amore tra Asli, brillante studentessa di medicina di origini turche e Saeed, ragazzo libanese che sogna di diventare un pilota. Martedì 21 tocca a Cinico Profeta in Patria. Franco Maresco racconta Cinico Tv e l’estate del 1992, la proiezione di 49 puntate in bianco e nero che dal 7 aprile di quell’anno approdarono in prima serata su Rai tre diventando un cult. Mercoledì 22 alle ore 18.30 sarà presentato Feathers di Omar El Zohairy, dramma sociale e commedia grottesca insieme, ambientata in una baraccopoli fatiscente dove vivono una moglie sottomessa, un marito autoritario e i loro tre figli. Alle ore 21.00 la manifestazione chiuderà con il film Souad di Ayten Amin, un ritratto toccante di tre giovani egiziane la cui quotidianità è mediata dalla tecnologia. La proiezione sarà introdotta da Vincenzo Bugno alla presenza della regista.

 

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Facebook Like social plugin abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Pierfranco Bianchetti , giornalista pubblicista e socio del Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani è laureato in Sociologia a Trento. Ex funzionario comunale, responsabile dell’Ufficio Cinema del Comune di Milano, ha diretto n l’attività del Cinema De Amicis fino alla chiusura nel 2001. Ha collaborato a Panoramica – I Film di Venezia a Milano, Locarno a Milano, Il Festival del Cinema Africano; Sguardi altrove; ha scritto sulle pagine lombarde de l’Unità e de Il Giorno, Spettacoli a Milano, Artecultura, Top Video; Film Tv; Diario e diversi altri periodici. Attualmente scrive per Cinecritica, collabora a Riquadro.com e cura il sito lombardo del SNCCI. Ha realizzato rassegne e cicli sul tema “Cinema e Storia” presso il “Civico Museo di Storia Contemporanea” di Milano e la Biblioteca Civica di Via Oglio.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome