Riccardo Cocciante, dopo dieci anni un nuovo tour in Italia

Il cantautore di origine vietnamita si prepara ad abbracciare il suo pubblico in otto location d'estrema suggestione.

0
Riccardo Cocciante

Ospite questa mattina del programma radiofonico W l’Italia (QUI la puntata integrale), in onda su Rtl 102.5, Riccardo Cocciante ha parlato della sua nuova avventura live, Cocciante canta Cocciante, che lo porterà a esibirsi nel nostro Paese a dieci anni di distanza dall’ultimo tour tricolore.

Cocciante tornerà, dunque, a cantare in Italia dal 19 luglio al 6 agosto: «Non mi è mai piaciuto far parte di un sistema. Il sistema sono io, la mia isola e il mio pianeta. Rimango nel mio pianeta e cerco di costruirmi e di continuare così senza farmi influenzare troppo dalle mode, anche se mi piace informarmi. Mi piacciono le novità ma non cerco di andare verso di loro. Quando è uscita “Margherita”, nel pieno periodo politico della canzone politica, quella era una canzone da non far uscire. Invece ha creato il suo angolo, sono fiero di questo. Così come “Notre Dame de Paris”, era un modo che non esisteva di fare spettacolo, né in Francia né qui, era un rischio. Non esistevano neanche i luoghi per farlo, dovettero costruire il Gran Teatro per “Notre Dame de Paris”, purtroppo ora non c’è più. Bisogna richiedere di rifarlo perché a Roma non abbiamo una sala adatta per fare questo tipo di spettacolo. Ci vuole un bel posto», ha dichiarato il cantautore.

LE LOCATION DI COCCIANTE CANTA COCCIANTE

Riccardo Cocciante

«Sarò in dei posti storici del nostro Paese. Il 19 luglio a Firenze, il 21 luglio a Marostica, il 23 luglio a Bergamo, il 27 luglio a Pompei, il 31 luglio a Roma, il 2 agosto a Diamante, il 4 agosto a Matera e il 6 agosto a Ostuni. Ho scelto di fare otto spettacoli, non di più, e di farli in posti umani. Perché? Perché c’è il contatto diretto con la gente. Avrei potuto scegliere posti più grandi, ma rimanere artigiano penso sia una cosa importante. È un banco di prova anche per me, per verificare la mia efficienza eventuale e preparare l’anno prossimo, quando saranno i miei cinquant’anni di carriera», ha raccontato l’artista. «Devi sempre verificare quello che sei. Quanto dureranno i concerti? Lo standard è di due ore, poi quello che succede, succede. È un piacere ritrovare il pubblico, ritrovare il vero pubblico, quello che sta vicino a te. È come il processo di un attore che fa sia teatro sia cinema, a un certo momento l’attore del cinema vuole tornare al teatro, alla cosa essenziale che lo ha fatto nascere. Noi cantanti siamo nati in posti vicino al pubblico e pian piano si allargano i confini».

Durante i suoi concerti Riccardo Cocciante sarà accompagnato da una grande orchestra: «Un’orchestra diretta da Leonardo De Amicis, che oltre a essere un musicista è anche un mio amico da molto tempo. Lui ha cominciato con me, era nel mio gruppo come tastierista e poi è cresciuto ed è diventato chi è oggi. Amo collaborare con i musicisti, sono un autodidatta di base, non scrivo musica, non la leggo, non ho mai studiato il pianoforte né preso lezioni di canto», ha rivelato Cocciante. «Quello che è bello è condividere la musica con dei bravi musicisti. È uno scambio. Magari posso dare la mia melodia, il mio canto, le mie armonie, ma ho bisogno di loro e della loro arte per avere uno scambio totale che amo molto».

I BIGLIETTI PER COCCIANTE CANTA COCCIANTE SONO DISPONIBILI A QUESTO LINK. 

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Facebook Like social plugin abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Classe ’83, nerd orgogliosa e convinta, sono laureata con lode in ingegneria dei sogni rumorosi ed eccessivi, ma con specializzazione in realismologia e contatto col suolo. Scrivo di spettacolo da sempre, in italiano e in inglese, e da sempre cerco di capirne un po’ di più della vita e i suoi arzigogoli guardandola attraverso il prisma delle creazioni artistiche di chi ha uno straordinario talento nel raccontarla con sincerità, poesia e autentica passione.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome