Elvis

La cavalcata diabolica di Elvis Presley e del Colonnello Parker

0

Elvis
di Baz Luhrmann
con Austin Butler, Tom Hanks, Helen Thomson, Richard Roxburgh, Olivia DeJonge

C’era una volta un giovanotto che nell’america sudista, bigotta e razzista degli anni Cinquanta univa la forza dirompente del blues nero e quella eversiva del rock’n roll bianco. E si dimenava, si scuoteva, era posseduto dallo spirito come nelle chiese  dove i gospel arrivavano al parossismo. Al pubblico femminile bianco e represso il giovanotto arrivava a provocare orgasmi (non solo musicali). Per portarlo al successo però ci voleva il diavolo: sotto le forme di un imbonitore da circo (proprio quei circhi dove i geek mozzavano a morsi il collo ai polli) il diavolo, che si fingeva colonnello, gli offre TUTTO in cambio dell’anima. Intendiamoci: “tutto” è avere tanto successo e tanti soldi da regalare a chiunque macchinoni e ville, e l’anima è togliere la carica eversiva a quella voce che avrebbe potuto avere poteri anche in politica nel campo dei diritti civili. E ovviamente il diavolo si tiene il 50 per cento dei soldi. E altro…  Baz Luhrmann ha impostato così la sua cavalcata selvaggia su Elvis Presley (Butler) avvolto dalle promesse del Colonnello Tom Parker (Hanks) al punto che nella prima metà del film ti chiedi se non sia un film sul diavolo Hanks che svena e svuota il predestinato Elvis riducendolo a una macchietta al servizio dell’istituzione. Diciamolo: due terzi del film sono un capolavoro di frenesia, lustrini, musica, ricostruzione storica e fantastica, velocità di montaggio e invenzione alla Baz Luhrmann. Come ti aspetti dal regista di Romeo+Juliet e Moulin Rouge. L’ultimo terzo sembra quello di un buon film tradizionale con un finale che intuiscono anche quelli che non sanno nulla della curva della musica e della vita di Elvis. Comunque tenere due ore e quaranta un film alla velocità capolavoro è un’impresa notevole.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome