Quo vadis! Al cinema nel cuore di Roma. Il fascino dell’antico in 10 grandi film

Dal 1 al 10 luglio 2022 la rassegna promossa da CSC- Cineteca Nazionale e Parco Archeologico del Colosseo nel Tempio di Venere a Roma

0
Spartacus

In programma anche i classici Quo vadis?, Cleopatra, Fellini Satiyicon e Spartacus

La rassegna ripercorre oltre un secolo di film (dal 1913 al 2019) proponendo in dieci titoli introdotti ogni sera da esperti di storia antica, scrittori, critici e giornalisti per raccontarci il fascino dell’antica Roma popolata di imperatori e regine, legionari e filosofi, schiavi e centurioni, gladiatori e vestali. Dalla fondazione dell’Urbe alle invasioni barbariche, dagli ultimi giorni di Pompei alla caduta dell’impero, dal ratto delle sabine ai primi anni del Cristianesimo, dal Colosseo alle province più lontane, il ciclo di film ci permette anche di ripassare le produzioni più importanti dell’industria cinematografica del Novecento. Si inizia venerdì 1° luglio con Ave, Cesare? (2016) diretto da Joel & Ethan Coen (l’introduzione è di Piera Detassis e Walter Veltroni), seguito sabato 2 luglio dal celebre Cleopatra (1960) di Joseph L. Mankiewiez, noto anche per la love story tra i due interpreti principali, Liz Taylor e Richard Burton.   Domenica 3 luglio sarà il regista Matteo Rovere a presentare il suo film Il primo re (2019) insieme al protagonista Alessandro Borghi. Lunedì 4 luglio tocca a Dolci vizi al foro (1966) di Richard Lester, ultimo film interpretato dal grande Buster Keaton (ne parlerà Emanuela Martini), mentre martedì 5 è la volta di Fellini Satyricon (1969), introdotto da Steve Della Casa e Marisa Ranieri Panetta. Mercoledì 6 luglio il programma propone Asterix e il segreto della pozione magica (2018) di Alexandre Astier e Louis Clichy e giovedì 7 luglio la pellicola di Luigi Magni Scipione detto anche l’Africano (1970), relatore Alberto Crespi. Imperdibile venerdì 8 è Spartacus (1960) di Stanley Kubrick, con Kirk Douglas e con la sceneggiatura di Dalton Trumbo, lo scrittore americano emarginato dal maccartismo per molti anni, mentre sabato 9 il cartellone ci propone ancora Totò e Cleopatra (1963) di Fernando Cerchio, col principe della risata impegnato nel doppio ruolo di un improbabile Marco Antonio e del suo sosia Totonno. Si chiude domenica 10 luglio con un classico del cinema muto italiano, Quo vadis? (1913) di Enrico Guazzoni, con accompagnamento musicale del maestro Michele Sganga. I film saranno presentati alle ore 21.00 e le proiezioni inizieranno alle ore 21.30.

 

 

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Facebook Like social plugin abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Pierfranco Bianchetti , giornalista pubblicista e socio del Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani è laureato in Sociologia a Trento. Ex funzionario comunale, responsabile dell’Ufficio Cinema del Comune di Milano, ha diretto n l’attività del Cinema De Amicis fino alla chiusura nel 2001. Ha collaborato a Panoramica – I Film di Venezia a Milano, Locarno a Milano, Il Festival del Cinema Africano; Sguardi altrove; ha scritto sulle pagine lombarde de l’Unità e de Il Giorno, Spettacoli a Milano, Artecultura, Top Video; Film Tv; Diario e diversi altri periodici. Attualmente scrive per Cinecritica, collabora a Riquadro.com e cura il sito lombardo del SNCCI. Ha realizzato rassegne e cicli sul tema “Cinema e Storia” presso il “Civico Museo di Storia Contemporanea” di Milano e la Biblioteca Civica di Via Oglio.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome