Il 9 luglio l’inaugurazione di piazza Lucio Dalla a Bologna e il lancio della kermesse DiMondi

0
Lucio Dalla

A dieci anni dalla scomparsa di Lucio Dalla, il legame tra il cantautore e Bologna si fa ancora più stretto con l’inaugurazione il 9 luglio di una piazza a lui dedicata, la prima in Italia, sotto lo spazio coperto della tettoia “Nervi”.
La piazza coperta, di quasi 6mila metri quadri, sarà la protagonista di eventi culturali che, a partire dal 9 luglio animeranno la Bolognina fino a fine ottobre, trasformandola in un luogo di aggregazione e socialità nell’ambito di Bologna Estate 2022.
Per ben quattro mesi il festival DiMondi, che in dialetto bolognese vuol dire “tanto”, ci accompagnerà alla scoperta di un nuovo grande spazio pubblico orientato al futuro. Un incrocio e scambio tra mondi e culture.
Un progetto pilota che si inserisce nel cartellone di “Bologna Estate 2022” ed è reso possibile grazie ai fondi del progetto speciale del Ministero della Cultura per le Città metropolitane, mirato a sostenere progetti di arti performative in aree periferiche con ricadute in termini di inclusione sociale, riequilibrio territoriale e tutela occupazione, con particolare riferimento ai giovani.

Il gestore delle attività estive, individuato mediante avviso pubblico, sarà Estragon, che ha presentato una proposta in rete con molte realtà del territorio.Una piazza che ospiterà come una scacchiera molte attività differenti a seconda delle ore, del giorno e delle fasce di pubblico, offrendo opportunità di fruizione libera dal mattino fino a tarda sera.
Uno spazio in cui far ruotare le attività intorno ai punti fermi di una zona spettacoli, una pista da skateboard e una zona ristoro; un luogo per giocare con lo spazio e disegnare la piazza di domani.

La parte musicale inizia il 9/07 dall’Italia: a inaugurare è Eugenio Bennato e si prosegue il 13 con un evento speciale del Festival Entroterre, un ‘concerto a pedali’ ecologico dei Têtes de Bois alimentato dal pubblico, per poi ospitare artisti provenienti da tutto il mondo – Cuba, Argentina, Spagna, India, Marocco e tanti altri paesi – con i loro esponenti più importanti.

Accanto alla musica, la città vede l’alternarsi di tante altre attività: sport; proposte per l’infanzia con animazioni per bambini e famiglie; arti performative; presentazione di libri di autori del territorio e tante altre attività.

“Bologna inaugura una nuova “Piazza Grande” – dichiara il sindaco Matteo Lepore – Piazza Lucio Dalla sarà un’occasione straordinaria per ritrovarsi. Questi mesi estivi saranno una festa lunga quattro mesi, un’occasione per far conoscere a tutti questo luogo eccezionale che consegniamo alla città nel segno della musica, della cultura, dello sport, della socialità e dell’inclusione, e per sperimentarne gli usi per il futuro”.

“La prima Piazza coperta della città sperimenta un nuovo formato progettuale – dichiara Elena Di Gioia, Delegata del Sindaco alla Cultura di Bologna e Città Metropolitana – Dopo la piazza coperta della Biblioteca Sala Borsa sperimentiamo la prima piazza culturale all’aperto. Una sfida per coinvolgere cittadini e cittadine a vivere dalla mattina a sera un luogo pubblico animato da una ricca offerta culturale e gratuita. La programmazione è arricchita da Verso il Polo della memoria, rassegna culturale sul tema di come Comporre memoria oggi insieme a tanti artisti e ospiti”.

“Con gioia accogliamo l’intitolazione – dichiara Andrea Faccani, Presidente della Fondazione Lucio Dalla – che ricorderà per sempre quanto stretto sia il legame tra Lucio e Bologna e quanto grande l’affetto che ha sempre unito, e sempre unirà, l’artista alla sua città. L’augurio è che l’energia di Lucio Dalla, la sua passione, sia di ispirazione alle iniziative che in questo luogo prenderanno vita”.

“DiMondi vuol essere un’apertura alla vita, un abbraccio cordiale e accogliente, una molteplicità di suoni e di voci dal mondo, una eterogenea e continua disposizione alla scoperta di mondi nuovi, di mondi vicini o lontanissimi – racconta Lele Roveri di Estragon, lo storico live club bolognese che si è aggiudicato la gestione attraverso un bando pubblico – E’ un universo plurale e sovrabbondante, multidisciplinare ed eclettico, in cui far incontrare tanti mondi e far vivere la piazza dal mattino fino a notte. Da qui la scelta della world music come base della programmazione live curata da Estragon e il coinvolgimento di tanti partner che ci affiancano e sono attivi in diversi mondi: lo sport, il sociale, il teatro, la socialità, che ospiteremo in un avamposto d’avvenire collettivo rivolto al futuro urbano, nel quartiere multietnico e multiculturale della città, che nella sua unicità di piazza coperta immaginiamo come un tetto dove ritrovarsi al riparo dalle disuguaglianze”.

Calendario live:
9/7 Eugenio Bennato (IT)
13/7 Têtes De Bois (IT)
15/7 Leydis Mendez (Cuba)
16/7 Tamburellisti di Torrepaduli (IT)
22/7 Chocolate Remix (Argentina)
29/7 Grupo Compay Segundo (Cuba)
30/7 Maruja Limón (Spagna)
31/7 Bombino (Niger)
6/8 Mack (IT)
7/8 Tamikrest (Mali)
17/8 Lehmanns Brothers (Francia)
26/8 Dhoad Gypsies of Rajasthan (India)
27/8 Kakawa (IT)
30/8 Orkestra Mendoza (USA)
1/9 Sergent Garcia (Spagna)
13/9 Modena City Ramblers (IT)
16/9 Eusebio Martinelli Gipsy Orkestar (IT)
21/9 Bab L’Bluz (Marocco)
23/9 Fanfara Station (IT)
24/9 Afrodelic (Mali)
1/10 Ginevra di Marco (IT)

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Facebook Like social plugin abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Di origini torinesi, ma trapiantato ormai da diversi anni in quella magnifica terra che ha dato i natali ai più grandi musicisti italiani, l'Emilia. Idealista e sognatore per natura, con una spiccata sindrome di Peter Pan e con un grande amore che spazia dal Brit rock passando per quello a stelle e strisce, fino ai grandi interpreti italiani. Il tutto condito da una passione pura, vera e intensa per la musica dal vivo.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome