Live con David Grissom: un racconto da dietro le quinte.

2

Sono appena ritornato da un viaggio musicale fatto assieme al grande chitarrista David Grissom e mi piacerebbe comunicare quanto carburante creativo sia passato tra di noi nel percorrere quei duemilacinquecento chilometri per portare la musica di Grissom e la nostra interpretazione della stessa nelle cinque date che abbiamo fatto.

Ecco il manifesto della data a Dodici Morelli:

Personaggio a tutto tondo, David è un musicista vero, che non si atteggia, molto rigoroso ma rilassato nelle richieste. I racconti che fa della sua vita con autentiche leggende della musica, sono sempre mitigati dalla sua personalità gentile e curiosa.

I viaggi, abbondanti ma mai esagerati, li abbiamo fatti sull’auto di Archelao, trovando sul posto il backline richiesto, quindi batteria, ampli da basso e Vox Ac 30.

In una ideale classifica, il miglior Vox è stato quello messo a disposizione da John Strada per la serata del 9 luglio, molto vecchio e splendidamente sonoro.

 

David è un chitarrista con un “suono” straordinario, distillato grazie all’utilizzo di una chitarra sviluppata insieme al guitar wizard Paul Reed Smith, divenuta poi una signature da lui autorizzata.

L’estintore serve appunto a premunirsi contro eventuali principi di incendio, derivati dalle performance incendiare.

Insieme a David ho avuto modo di suonare con un batterista straordinario come il “local hero” di Recanati Archelao Macrillò, col quale siamo riusciti a intenderci da subito, l’idea di base è stata quella di fare pochi fronzoli ma tenere il groove in modo spavaldo e risoluto.

Ecco un esempio di quello che abbiamo creato, questo è il brano di apertura dello show di Dodici Morelli, organizzato dal grandissimo songwriter nonchè agitatore di musica rock John Strada. Il brano di David si chiama Skimming the Surface.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Nel corso del tour abbiamo ricevuto la visita di tanti grandi amici, spesso incidentalmente chitarristi.

A Somma Lombardo, il grande Chicco Gussoni ci ha deliziato con la sua presenza.

A Dodici Morelli è passato Fede Poggipollini.

Al mio fianco il drummer Archelao e il nostro fonico per la serata, Zippo.

Uno dei brani di chiusura era una cover di “Nast Dogs and Funky Kings” tratto da “Fandango” del 1975.

Una cavalcata nel boogie tipico di Billy Gibbons portata sulla luna dal solo torrido di David.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

 

Molto sentito anche il brano pienamente rock “Way Down Deep”, sempre dalla penna di David.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Domenica 10 luglio abbiamo aperto lo show dei Gov’tMule al ChiariBlues Festival. Una giornata di gran caldo, sole e tanta tanta musica.

Quello che si trae da un viaggio musicale di questo tipo è l’idea che la musica puà e deve essere fatta con professionalità, abbandono e poesia.

Che i termini che spesso sentiamo utilizzati sono utili in senso tassonomico ma mai assoluto, nel senso che la musica è libertà, soprattutto e non deve mai essere coercizione.

Spesso si sente utilizzare l’intraducibile termine “rock” a sproposito, con abbondanza di ammenicoli come mani a riprodurre le corna del rock and roll , ma sono solo vezzi, rock è un modo di vita, rock è svegliarsi dentro la ennesima camera bizzarra di un agriturismo, avere al proprio fianco il basso, prenderlo e ripassare quel riff che ieri non è venuto.

Rock è viaggiare, parlare, consumare l’amore per la musica e appena finito, aver voglia di ripartire.

Rock è tutto questo.

 

2 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome