Stromae all’Ippodromo di Milano: un ritorno attesissimo dopo 7 anni

0

Un ritorno attesissimo quello di Stromae all’Ippodromo di Milano, a 7 anni dal suo ultimo concerto italiano. Un’attesa che non lascia dubbi su quanto sia vero che per le cose belle bisogna aspettare.

Il cantautore belga ha incantato un pubblico desideroso di essere travolto dalla sua poliedricità artistica. Un concerto elettronico con elementi strumentali e una forte componente visiva, guidata da ledwall roteanti su bracci robotici che compongono mosaici digitali variopinti.

Allo scoccare delle 21.30, Stromae scivola sul palco con una camicia bianca in stile rococò e la sua consueta eleganza sgargiante. Intona Invaincu, intro del suo nuovo album Multitude uscito a 9 anni di distanza da Racine Carrée.

Quanto ci era mancata la sua voce puntuta, il suo rap sommesso, attutito dai beat incalzanti, inframmezzati da archi impetuosi come in Fils de Joje o fiati barocchi come in Mauvaise Journée.

Si susseguono a cascata i brani del nuovo album, sostenuti da una forte componente teatrale che caratterizza da sempre la cifra stilistica di Stromae. Lo vediamo quindi trascinarsi su una poltrona mobile da un lato all’altro del palco o dialogare con un cane robot che gli porta la  giacca in un intermezzo che fa molto Black Mirror.

Non mancano i pezzi più iconici dei suoi album passati, da Tous les mêmes a Papaoutai fino a Alors on Danse che insieme a Santé chiudono le danze.  L’avatar di Stromae guida i movimenti del pubblico dai ledwall: una chicca che conferma l’assoluta originalità di una regìa studiata nei minimi dettagli.

Il Maestro concede un ultimo bis con Mon Amour  pezzo A Cappella che si trasforma in una carezza finale data a un pubblico accaldato ma felice.

La scaletta del concerto

  1. Invaincu
  2. Fils de joie
  3. Tous les mêmes
  4. Mon amour
  5. La solassitude
  6. Quand c’est ?
  7. Mauvaise journée
  8. Bonne journée
  9. Papaoutai
  10. Ta fête
  11. Pas vraiment
  12. Formidable
  13. Riez
  14. L’enfer
  15. C’est que du bonheur
    Play Video
  16. Santé
    Bis:
  17. Alors on danse
    18. Mon Amour

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome