Romaeuropa Festival 2022, una rassegna tra note e diritti

Va in scena nella Capitale, dall'8 al 10 ottobre, la seconda edizione di "LineUp!", che vedrà salire sul palco alcune delle artiste più interessanti della nuova scena musicale italiana. Previsto anche un progetto legato alla comunità LGBTQ+ realizzato da Pietro Turano.

0
Romaeuropa Festival
LaHasna, fotografia di Salam Carther

Dall’8 al 10 ottobre Romaeuropa Festival presenta la seconda edizione di LineUp!, la rassegna che riunisce alcuni dei nomi femminili più interessanti della nuova scena musicale italiana; curata da Giulia Di Giovanni e Matteo Antonaci, LineUp! è un viaggio musicale nel segno dell’inclusività e della parità di genere con uno sguardo rivolto alle narrazioni e alle nuove identità veicolate dalle sonorità pop e urban. Tre giorni che vedranno protagoniste le nuove voci della scena contemporanea, dall’elettronica al jazz, fino all’R’n’B.

Si parte sabato 8 ottobre alle 21 con la cantante e performer italo-marocchina LaHasna, classe 1993 e già artista selezionata da MTV New Generation insieme al producer Salam Carther: impostasi all’attenzione nazionale grazie al suo personalissimo mix di sonorità soul, hip hop e influenze arabe, LaHasna porta sul palco di Romaeuropa Festival il suo immaginario fatto di ironia, doppi sensi, romanticismo e multiculturalismo che l’ha portata a essere apprezzata dal pubblico e dagli addetti ai lavori aprendo così numerosi live, tra cui quelli di M¥SS KETA, e garantendosi il posizionamento in alcune delle migliori playlist Spotify.

A seguire, alle 22, arrivano le sonorità contaminate di Nava, la cantautrice italo persiana stanziatasi da diversi anni a Milano dove si è fatta conoscere grazie all’originale mix di suoni su cui si muove, dal pop alla dance culture, da Lana Del Rey all’immaginario ipnotico che guarda per lo più alla scena elettronica, tra tutti Apparat, e grazie anche alla collaborazione visiva con gli artisti multidisciplinari Matteo Strocchia e Marco Servina.

Producer, songwriter e polistrumentista, figlia di due culture diverse (madre italiana e padre arabo), nata in Tunisia, cresciuta a Napoli e ora di stanza a Parigi, LNDFK sarà live domenica 9 ottobre con Kuni, il suo album d’esordio che ha illuminato il panorama musicale italiano e in cui tiene insieme sonorità jazz, neo-soul e R’n’B in un amalgama originale e alieno, influenzato dai mood sonori di star internazionali come Kendrik Lamar, Kamasi Washington e Flying Lotus. Reduce da un fitto calendario di date in Italia e all’estero, LNDFK ha conquistato una posizione di rilievo imponendosi tra le più interessanti uscite discografiche del 2022.

Uno stile sofisticato e internazionale, nel quale interseca eleganti derive R’n’B, pop e arrangiamenti d’altri tempi in un equilibrio perfetto di tradizione e sperimentazione, il 9 ottobre alle 22 LineUp! ospita la cantautrice e producer Joan Thiele, origini metà italiane e metà svizzero-colombiane: cresciuta tra Cartagena e l’Italia, vanta già importanti collaborazioni con Mace e Venerus. A Romaeuropa presenta Atto III – L’errore, terzo e ultimo capitolo del suo progetto.

Il 10 ottobre, nella giornata che precede il Coming Out Day, LineUp! ospita il progetto Eclissi Talk di Pietro Turano, i racconti dell’omonimo ciclo di podcast (disponibile su Spotify, Apple Podcast, Google Podcast, Spreaker, Deezer) nato nell’autunno del 2021 e sviluppato da Turano insieme a Dante Antonelli per Cross Productions (Skam Italia). Sei puntate dedicate a storie di autodeterminazione e rivincita di sei persone LGBTQ+ provenienti da età e universi apparentemente distanti, ma che allo stesso modo sono state imprigionate nel cono d’ombra proiettato dall’intolleranza e dall’incomprensione del mondo che le circonda. Attraverso una breve partitura drammaturgica, Turano accende i riflettori su temi LGBTQ+ e accompagna un dibattito alla presenza in sala dei protagonisti del podcast, della scrittrice Michela Murgia e di ospiti del mondo dello spettacolo e della scena musicale italiana.

A chiudere LineUp! il 10 ottobre alle 21, la tappa romana dell’XXL tour di Elasi, cantautrice, compositrice e producer alessandrina che viaggia per mondi reali e immaginari. Formatasi in Italia e all’estero, il suo sound è un’esplosione di suoni senza confini geografici e stilistici, fluidi e variopinti. Nel suo primo EP Campi Elasi sviluppa collaborazioni in remoto con musicisti etnici da tutto il mondo (dal Mali al Brasile, dall’India all’Armenia), mentre il suo ultimo lavoro, Oasi Elasi, è un viaggio tutto da ballare, dalle sonorità ammalianti e cariche di energia della musica world-elettronica, a quella corale, fino alle sperimentazioni art-pop.

Tutti gli eventi avranno luogo al Mattatoio. Ingresso: da 7 a 18 euro.

Romaeuropa Festival

QUESTO è il sito ufficiale di RomaEuropa Festival.
Classe ’83, nerd orgogliosa e convinta, sono laureata con lode in ingegneria dei sogni rumorosi ed eccessivi, ma con specializzazione in realismologia e contatto col suolo. Scrivo di spettacolo da sempre, in italiano e in inglese, e da sempre cerco di capirne un po’ di più della vita e i suoi arzigogoli guardandola attraverso il prisma delle creazioni artistiche di chi ha uno straordinario talento nel raccontarla con sincerità, poesia e autentica passione.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome