Everything Everywhere All at Once

Casalinga frustrata combatte e filosofeggia nel multiverso

0

Everything Everywhere All at Once
di Dan Kwan, Daniel Scheinert
con Michelle Yeoh, Stephanie Hsu, Ke Huy Quan, James Hong, Jamie Lee Curtis

Ormai lo sanno anche le casalinghe frustrate: viviamo in un multiverso (tanti universi paralleli) e in ogni universo siamo diversi e abbiamo una vita diversa. La superstar Michelle Yeoh qui casalinga frustrata, madre e manager stressata dalla lavanderia a gettone e dalle tasse è incazzata perché la figlia Stephanie Hsu è lesbica, e ci mette due ore e mezzo di film a capire che l’amore muove tutto anche gli universi paralleli, a rischio d’essere mangiati da una ciambella vorace come un buco nero. Troppe spiegazioni e molto kung-fu portano ai vertici ironici di una guardia giurata che si lancia senza mutande su un dildo anale e un cuoco che sotto il cappello ha un orsetto lavatore (invece che Ratatouille, si chiama Lavatouille…). Registi bricconi i Daniels, che pare si siano ispirati a Camus, Vonnegut, Frank Capra e Ricomincio da capo , hanno chiamato un mucchio di attori famosi su una sceneggiatura che era prevista per Jackie Chan (e si vede: arti marziali combattute con un marsupio) e la scusa che un film sugli universi paralleli è di gran moda. Si ride? Si esce sconvolti? Alcuni sì. Da un altro punto di vista se questa è una risposta da cinema indipendente al cinema dei multiversi con tanti soldi, beh, li troviamo un po’ noiosi tutti e due. Si possono fare confronti e citazioni tutto il tempo tra il passato e il presente, tra i ricchi banali e i poveri artistici, l’occidente e l’oriente, il cinema e la tv. Potete rivedere Jamie Lee Curtis che lavora all’ufficio delle tasse e vince, come impiegata del mese, ogni mese un dildo anale, Ke Hui Quan che era il ragazzino di Indiana Jones e il tempio maledetto e il James Hong di Grosso guaio a Chinatown. Ma basta?

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome