Spaccaossa

Pirrotta regista attore e reclutatore di disperati

0

Spaccaossa
di Vincenzo Pirrotta
con Vincenzo Pirrotta, Selene Caramazza, Antonino Bruschetta, Giovanni Calcagno, Filippo Luna, Aurora Quattrocchi, Simona Malato, Luigi Lo Cascio

Hai bisogno di soldi? Firmi un po’ di moduli, ti portano in un magazzino, riempiono un trolley di dischi da sollevamento pesi, te lo lasciano cadere su un arto, superiore o inferiore. Niente anestesia, un po’ di ghiaccio, ambulanza connivente, certificato medico su misura, un disgraziato disposto a fingere d’averti investito, qualche giorno sequestrato in attesa di rimborso da dividere, in parti disuguali, con i criminali, e via. Magari muori. A Palermo.  Vincenzo (Pirrotta, sì il regista) vive con la mamma di profonda religiosità televisiva, non ha arte né parte e di solito viene usato per reclutare i disperati disposti a farsi mutilare. Forse prova un affetto per una tossica un po’ punk che arriva persino a ospitare. Ma deve fare i conti con l’organizzazione che vuole reclutatori più giovani ed efficaci, con la madre che non vuole un’altra donna in casa, con il bisogno di soldi. Non andrà a finire bene.  Pirrotta è attore di cinema e di teatro, e regista di teatro. Alla prima regia cinematografica si tiene in equilibrio tra il naturalismo del cinema di malavita e il melodramma in dialetto con buoni apporti. Alla fotografia Daniele Ciprì e accanto a Pirrotta e Ignazio Rosato, ci sono Ficarra e Picone come co-sceneggiatori (e co- produttori). La storia prende spunto da fatti di cronaca vera. Passato a Venezia nelle Giornate degli autori.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome