Noir in Festival 2022 a Milano

Dal 3 all’8 dicembre all’Università IULM, al Cinema Arlecchino della Cineteca Italiana, alla Libreria Rizzoli Galleria, la XXXII edizione della manifestazione tra cinema e letteratura

0
Noir in Festival 2022

Verranno presentati 23 film nella selezione ufficiale tutti in anteprima italiana

Il festival, che è sempre più in sintonia con il mondo che cambia, si apre con il nuovo film di Alessio Cremonini, Profeti, la drammatica prigionia di una giornalista iraniana nei campi militari dell’ISIS, seguito da Silent Night di Camille Griffin, interpretato da Keira Knightley e Lily-Rose Depp. Nei 13 film della selezione ufficiale, quasi tutti in anteprima italiana, saranno proposti l’iraniano Subtraction di Mani Haghighi, incentrato sulla condizione della donna oggi in Iran; Sashenka di Alexander Zhovna, un thriller ucraino di sapore hitchcockiano sulle devianze e sulla follia; Kimi, il nuovo film di Steven Soderbergh; l’inglese Enys Men di Mark Jenkin;il coreano Hunt di Lee Jung-jae e il francese Bowling Saturne di Patricia Mazuy, una denuncia sul femminicidio in forma di thriller. Tra le altre anteprime My Name is Alfred Hitchcock, un omaggio al grande regista inglese diretto da Mark Cousins; il canadese Viking di Stéphane Lafleur; La niňa de la comunion di Victor Garcia; Ragtime di Giuseppe Bocassini. La chiusura del Noir in Festival 2022 è affidata a Decision To Leave di Park Chan-wook, vincitore della Palma d’oro per la miglior regia all’ultimo festival di Cannes. Ospite d’onore dell’anno è Harlan Coben, il vincitore del Raymond Chandler Award 2022, maestro del romanzo noir e delle serie TV ispirate ai suoi libri. La manifestazione quest’anno vuole rende omaggio alla straordinaria edizione di 30 anni fa quando un giovanissimo ed estroso Quentin Tarantino fece il suo debutto con il film Reservoir Dogs.  A rievocare quella fantastica edizione con l’apparizione di Tarantino saranno Davide Rapp e Michele Boroni, autori di un documentario-viaggio nelle giornate italiane del regista cinefilo. L’edizione 1992 sarà ancora celebrata con un omaggio a Bertrand Tavernier, a Jules Dassin e con la proiezione nella versione 4K di Reservoir Dogs.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Facebook Like social plugin abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Pierfranco Bianchetti , giornalista pubblicista e socio del Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani è laureato in Sociologia a Trento. Ex funzionario comunale, responsabile dell’Ufficio Cinema del Comune di Milano, ha diretto n l’attività del Cinema De Amicis fino alla chiusura nel 2001. Ha collaborato a Panoramica – I Film di Venezia a Milano, Locarno a Milano, Il Festival del Cinema Africano; Sguardi altrove; ha scritto sulle pagine lombarde de l’Unità e de Il Giorno, Spettacoli a Milano, Artecultura, Top Video; Film Tv; Diario e diversi altri periodici. Attualmente collabora a Diari di Cineclub, Grey Panthers, il Migliorista, Riquadro.com, pagina facebook Sncci Lombardia. Ha pubblicato nel 2021 per Aiep Editore “L’altra metà del pianeta cinema-100 donne sul grande schermo” e nel 2022 per Haze Auditorium Edizioni “Cinemiracolo a Milano. Cineclub, cinema d’essai e circoli del cinema dalla Liberazione a oggi”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome