Avatar- La via dell’acqua

L'attesissimo sequel intermedio di Avatar di Cameron (in attesa del terzo episodio)

0

Avatar La via dell’acqua
di James Cameron
con Sam Worthington, Zoe Saldana, Sigourney Weaver, Stephen Lang, Kate Winslet

La tecnologia è fenomenale. Punto. Però basta. La storia riprende quella della prima parte uscita tredici anni fa. Il soldato Sully (Worthington) in corpo avatar Na’Vi vive su Pandora coi nativi, ha figli suoi e adottati, i terrestri tornano a depredare il pianeta con un’avanguardia di soldati avatar, il soldato Sully con famiglia fugge dalla foresta e si avvicina al mare, viene accolto dalla tribù acquatica Metkayina e tutto quello che si era visto di acrobatico nella foresta nel primo Avatar ora lo si vede fare sott’acqua. I nativi sono sempre buoni e saggi, i terrestri sempre avidi e cattivi, gli adolescenti sempre usciti da un film di bande di quartiere, c’è il diverso che sente la mistica anima del pianeta, ci hanno aggiunto un equivalente delle balene, da cui messaggio ecologico di preservazione (e un equivalente del capitano Achab di Moby Dick che invece della gamba perde il braccio, ottimo spunto per il terzo episodio) e via con la guerriglia alternata a motti new age. Non ha torto chi aveva già definito il primo film un Balla coi lupi astrale, e per questo episodio si sono arrabbiati i nativi americani: è sempre un bianco, anche se in pelle blu Na’Vi, che risolve i problemi degli indiani… Meraviglia a parte, il finale è una specie di Titanic in cui i buoni (e i cattivi redimibili?) devono salvarsi, se no non si fa la terza parte. Però, sarà l’età, ma quando ai videogame giocano gli altri e non tu, è difficile appassionarsi.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome