I migliori giorni

Lo sfacelo contemporaneo in quattro episodi. Da ridere?

0

I migliori giorni
di Massimiliano Bruno e Edoardo Leo
con Edoardo Leo, Massimiliano Bruno, Anna Foglietta, Max Tortora, Paolo Calabresi

Quattro episodi. Un Natale rovinato da due fratelli che litigano dalle sponde sì vax e no vax a tavola con la sorella politica che ha invitato il suo segretario di partito. Il Capodanno disastroso di un imprenditore rozzo e ladro che va a fare il cenone coi poveri per pubbliche relazioni ma viene sequestrato da un ex dipendente armato. Un San Valentino in cui una coppia sfiatata (donna uomo) usa una coppia alternativa (donna donna) perché niente cambi. Un 14 marzo (Festa della donna) in cui una donna ricca e famosa della tv dovrebbe scusarsi (e non vuole) per un servizio antifemminile del network e alla fine vessa un’altra donna. Il titolo  vorrebbe essere di ironia sferzante, il metodo (film a episodi) sembrerebbe discendere da I mostri, I nuovi mostri eccetera, il film  dovrebbe puntare alla critica sociale facendoci ridere  e invece sembra la sintesi di un telegiornale, di un talk show, di un programma in cui si studiano a tavolino combinazioni di politicamente corretto, inclusività, fluidità e altri luoghi comuni obbligati. È un indicatore sociologico importante.  Fa più ridere la pubblicità che usa tutte le nuove tendenze corrette per vendere cose.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome