Weekend al cinema, arriva l’atteso “Babylon” di Damien Chazelle

0
Babylon

Un grande weekend di cinema. Escono infatti due film imperdibili, ma anche altre proposte si presentano come decisamente interessanti.

Babylon di Damien Chazelle è ambientato a Los Angeles negli anni ’20 dello scorso secolo. L’industria del cinema è in piena espansione e il film segue le vicende di quattro personaggi: un aspirante attore messicano, un’attrice in cerca di fortuna, una star di Hollywood e un trombettista jazz. Gli attori principali sono Margot Robbie e Brad Pitt, ma nel cast c’è anche Tobey Maguire. Ai recenti Golden Globe il film ha raccolto cinque candidature e vinto la statuina per la miglior colonna sonora originale.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Anche io di Maria Schrader tratta un tema scottante per l’industria del cinema, per di più recentissimo nel tempo. Il film racconta infatti l’inchiesta condotta da due giornaliste del New York Time sugli abusi sessuali del produttore cinematografico Harvey Weinstein. Le attrici principali sono Zoe Kazan e Carey Mulligan.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

L’innocente di Louis Garrel (nel cast anche come attore) è una commedia che ha per protagonista una sessantenne che sta per sposare un uomo in procinto di uscire dal carcere. Il figlio della donna è però convinto che l’uomo tornerà presto a commettere crimini e per questo motivo inizia ad indagare sul suo conto insieme ad un amico. Il film è stato presentato fuori concorso al Festival di Cannes dello scorso anno.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Anatar di Alan Smithee, come è facile intuire dal titolo, è una parodia del più celebre Avatar di James Cameron. Il film racconta il viaggio nello spazio di un popolo di umanoidi che si sono evoluti a partire dalle anatre. Il loro esilio spaziale li porterà sul pianeta Pandoro. Una curiosità: Alan Smithee è uno pseudonimo usato più volte nel corso degli anni da registi che per un motivo o per l’altro non volevano riconoscere la paternità di una determinata opera.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Io vivo altrove! di Giuseppe Battiston (al suo esordio come regista) è una commedia che ha per protagonisti due amici, entrambi appassionati di fotografia. I due sognano di abbandonare la città, ma quando grazie ad un’eredità avranno la possibilità di esaudire il loro desiderio, si troveranno a fare i conti con l’ostilità della gente del posto. Battiston è anche l’attore principale.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Escono anche (cliccando sui titoli potete vedere i trailer) Me contro Te – Il film: Missione giungla di Gianluca Leuzzi (quarto capitolo della serie per il grande schermo), La Ligne – La linea invisibile di Ursula Meier (in concorso al Festival di Berlino dello scorso anno, nel cast c’è anche Valeria Bruni Tedeschi) e il thriller State of Consciousness di Markus Stokes.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome