The Flash

Flash torna nel passato a cambiare il futuro. Sì, ma di quale universo?

0

The Flash
di Andy Muschietti
con Ezra Miller, Sasha Calle, Michael Shannon (II), Ron Livingston, Maribel Verdú

“So che esiste il sesso, ma non l’ho mai sperimentato” è la battuta più bella del film. La storia: Barry Allen, che dopo un bagno di sostanze chimiche e un fulmine è diventato The Flash, il ragazzo più veloce di questo universo, ha il papà in carcere accusato d’aver ucciso la mamma. Allora  Flash corre velocissimo in modo da attraversare il tempo e altera il passato per dimostrare l’innocenza di papà e salvare la mamma. Salta però in un altro universo: la mamma lì è viva, ma i Flash sono due, Batman non è Ben Affleck ma Michael Keaton, Superman non ce l’ha fatta ma c’è una supergirl. Come al solito – è la moda del multiverso- gli universi sono infiniti, ma qui sono come spaghetti cotti e serviti:  in alcuni punti si incrociano, in altri corrono paralleli, il primo Flash deve insegnare tutto al secondo, il gioco di espandere gli universi e i personaggi permette la proliferazione dell’universo DC Comics: e quindi gran finale con vari Superman, un altro Batman e possibilità  di incroci incalcolabili. Film frenetico con la consueta frenesia degli effetti speciali che -chissà perché -quando arriva al suo massimo sembra al rallentatore. Forse questo genere di film piace perché trasforma il multiverso in una gigantesca edicola con tutti i fumetti preferiti in contemporanea.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome