Emily

Vita ribelle e medianica dell'autrice di Cime tempestose

0

Emily
di Frances O’Connor
con Emma Mackey, Oliver Jackson-Cohen, Fionn Whitehead, Alexandra Dowling, Amelia Gething

Mentre Charlotte è una perbenista, Emily è quasi una medium. Vita strana dell’altra sorella Bronte. Erano tre Charlotte, Emily ed Emma, orfane di madre, figlie di pastore protestante tutte e tre scrittrici. Charlotte, la maestrina perbene diventa l’autrice di Jane Eyre. Emily la romanziera di Cime tempestose. L’unico che non pubblica, ma sperimenta come un apripista,  è il fratello Bramwell , grazie a lui Emily – che già viene definita “strana”, ama ciò che fa scandalo, si tatua sul braccio viva il libero pensiero, non segue le convenzioni, prova l’assenzio, ha una relazione sessuale con il religioso che le raddrizza il francese e nel centro del film indossa una maschera (una vera maschera) e si lancia in una performance angosciosa, tra la seduta medianica e lo psicodramma: interpreta la madre morta che si rivolge ai figli. Avete capito da dove uscirà Cime tempestose con quel mondo di fantasmi che non abbandona i vivi. Lo stile è quello recente delle registe postmoderne: la tradizione lacerata da inserti quasi contemporanei. La musica in particolare è complessa e insistita per una colonna sonora.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome