Interstellar

È possibile attraversare il tempo bucando lo spazio?

0

Interstellar
di Christopher Nolan
con Matthew McConaughey, Anne Hathaway, Jessica Chastain, Michael Caine, John Lithgow

dal 31 luglio al 2 agosto  per i festeggiamenti di Warner 100

Un Nolan del 2014 riproposto in attesa di Oppenheimer, un’occasione per chi non l’ha mai visto su grande schermo.  Interstellar inizia in un’America superdepressa che rinnega il mito della frontiera e riduce le conquiste spaziali  a invenzioni politiche:  mentre l’agricoltura muore, un ex astronauta scopre che la Nasa in segreto medita un trasferimento dell’umanità su un altro mondo. Volontari  sono partiti a cercarlo e hanno dato scarse notizie. Ora bisogna raggiungerli, tirare le somme e stare attenti alla relatività: chi viaggia nello spazio resta giovane, chi è a terra invecchia. Alla fine un padre potrebbe essere più giovane della figlia che ha lasciato mentre  riceveva nella fattoria strani segnali dalla polvere e dalle lancette dell’orologio. E se questi segnali fossero lanciati dal padre che viaggiava nello spazio e ha usato il rilancio di un buco nero per passare da una parte all’altra del tempo? In Insterstellar c’è tutto Nolan: la scienza, la fantascienza (per ora), lo spazio-tempo della fisica e quello dei sentimenti, intuizioni geniali e politiche: ci sono dentro Inception e Tenet, il piacere dei paradossi e l’uso delle alterazioni  nella percezione del  tempo cinematografico.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome