Tutto pronto per l’ottava edizione di JAZZMI

0
JAZZMI
Sun Ra Arkestra il 31 ottobre in Triennale per Halloween Night

Presentazione della ottava edizione di JAZZMI presso la Triennale di Milano con un inizio svavillante, ovvero con Fabrizio Bosso da solo alla tromba in un brano di Stevie Wonder ad annunciare quella che sarà una maratona che andrà avanti per oltre un mese in vari luoghi della città. La più ampia parte dei concerti sarà suddivisa tra la Triennale e il Blue Note, non a caso alla presentazione sono presenti i rispettivi responsabili Paola Dubini e Andrea De Micheli che non mancano di sottolineare la crescita di questa manifestazione nel tessuto della città. Tommaso Sacchi, Assessore alla Cultura del Comune di Milano, arriva a dire che JazzMi è diventata una rassegna irrinunciabile per Milano. Una Milano che ambisce a tornare ad essere capitale del jazz e lo dice l’Assessore che ricorda la sua passione per la tromba dopo aver sentito Bosso suonare, infatti lui stesso aveva preso lezioni di tromba dal maestro Emilio Soana. Per parte sua De Micheli del Blue Note ha ricordato l’adesione del locale alla manifestazione fin dal 2016, assicurando che nel contempo continua alla meglio la programmazione del locale che conta di avere ogni mese il passaggio di un grande artista, come è successo l’altra settimana con Woody Allen. Luciano Linzi, direttore artistico di JazzMi insieme a Titti Santini, ha poi illustrato il programma, premettendo: “Se c’è una musica all’altezza dei tempi interessanti in cui ci è dato vivere, secondo il paradossale augurio cinese, questa musica è il jazz, linguaggio universale eppure capace di modularsi nel particolare, di accogliere nel suo immenso fiume gli affluenti di musiche distanti, di fondere insieme i più ambiziosi torrenti locali, di riprendere i fili di una lunga tradizione e di saper trovare sempre nuovi modi per spezzarli, riannodarli e ricominciare da più in alto, nuovi orditi, nuove forme, nuovi sogni. Come dice Herbie Hancock, ci sono tutte le ragioni dell’umano, nel jazz. Per questo a ogni edizione di JAZZMI siamo orgogliosi di mettere Milano al centro del jazz, di far vibrare all’unisono una grande musica e una grande città, di far sentire la vitalità della scena jazzistica contemporanea agli abitanti, agli ospiti e ai visitatori di una capitale delle arti. Questa ottava edizione in formato extra-large sta raccogliendo i complimenti dai maggiori festival internazionali per il numero crescente di concerti e per la qualità degli artisti. Ed è proprio lì che vogliamo portare Milano e il suo festival jazz. Sul tetto del mondo”.

Una bella ambizione e per farlo dai due poli principali Triennale Milano e Blue Note Milano, JAZZMI coinvolgerà tutta la città, dal Volvo Studio Milano ai grandi teatri come Teatro Arcimboldi, Teatro Dal Verme, Teatro Carcano e il Conservatorio di Milano passando dall’ADI Design Museum, Armani/Silos, Eataly Smeraldo, Cascina Nascosta e BiM. Non mancheranno i club, come Alcatraz, Fabrique, Magazzini Generali, Santeria, Biko, Circolo Magnolia, BASE, e neanche nuove location come Horto Restaurant e Armani/Bamboo Bar.

Fabrizio Bosso alla presentazione in Triennale. Con Andrea De Micheli Blue Note, Tommaso Sacchi Assessore Cultura, Luciano Linzi co-direttore artistico, Paola Dubini presidente Triennale, Chiara Angeli di Volvo. ©Giordano Casiraghi

Triennale Milano Teatro ospiterà in occasione dell’inaugurazione Antonio Sánchez, uno dei batteristi jazz di spicco della scena contemporanea nonché autore della colonna sonora del film vincitore premio Oscar Birdman. Sempre durante la prima serata si esibirà anche il giovane pianista e compositore Thomas Umbaca. Co-leader del giovane e poliedrico duo inglese Binker & Moses, Binker Golding si prepara a trasportare il pubblico nel suo vortice musicale mentre Ben Lamar Gay con il suo Ensemble, porterà in scena l’avant-jazz e la poliritmia brasiliana. Un’esperienza immersa nelle sonorità chitarristiche brasiliane quella di Lucas Santtana & The Solar Band mentre i Christian McBride’s New Jawn daranno vita a uno spettacolo grintoso tra jazz, mainstream, power-play soulful e ballad. Torna sul palco come solista Roberto Gatto dedicando il suo nuovo progetto a Tony Williams, uno dei più influenti batteristi della storia del jazz. 

Il Blue Note Milano apre le sue porte alla splendida sassofonista Camilla George e a uno spettacolo in cui Robin McKelle interpreterà in modo del tutto personale le canzoni della leggendaria Ella Fitzgerald. Gigi Cifarelli porterà sul palco uno spettacolo dedicato al leggendario Nat King Cole, mentre la bassista e cantautrice Nik West il suo groove funky. Appuntamento speciale quello con il plurivincitore di Grammy Jeff Lorber che sarà accompagnato sul palco da Jimmy Haslip e Sonny Emory. Judith Hill metterà in scena uno spettacolo dal sound soul accompagnato da ballate per pianoforte che si fondono con un funk psichedelico. Stacey Kant, star del panorama jazz mondiale, ci regalerà una serata di rara bellezza. Atmosfere brasiliane con la portavoce della bossa nova elettronica Bebel Gilberto, una serata all’insegna dell’innovazione con l’eclettico Mike Stern e la sua band, il grande ritorno di John Scofield affiancato da un formidabile trio e un momento intimo con il sassofonista e flautista statunitense Kenny Garrett. Tra gli altri appuntameenti spicca su tutti quello al Teatro Arcimboldi che ospita Gilberto Gil con i suoi 45 anni di straordinaria carriera. Tutto il programma, dal 12 ottobre al 18 novembre al sito www.jazzmi.it ma anche nei canali social

Facebook: @jazzmimilano

Instagram: @jazzmimilano #jazzmi2023. INFOLINE: +39 351 70 664 86. 

Nato in Lombardia, prime collaborazioni con Radio Montevecchia e Re Nudo. Negli anni 70 organizza rassegne musicali al Teatrino Villa Reale di Monza. È produttore discografico degli album di Bambi Fossati & Garybaldi e della collana di musica strumentale Desert Rain. È promotore con Pino Massara e Alfredo Tisocco della prima ristampa in cd di tutti gli album di Battiato usciti negli anni Settanta. Collabora per un decennio coi mensili Alta Fedeltà e Tutto Musica. Partecipa a L'Enciclopedia del Rock Italiano - Arcana e Dizionario Pop Rock - Zanichelli edizioni 2013-2014-2015. È autore dei libri Anni 70 Generazione Rock (Editori Riuniti, 2005 - Arcana, 2018), Che musica a Milano (Editrice Zona, 2014 - nuova edizione Editrice Zona, 2023), Cose dell'altro suono (Arcana, 2020) e Battiato - Incontri (O.H., 2022), Gianni Sassi la Cramps & altri racconti (Arcana, 2023) .

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome