Ex-Otago in concerto al Fabrique di Milano: racconto, scaletta e fotogallery

0
Ex-Otago
Ex-Otago in concerto al Fabrique di Milano - 28 novembre 2023 - © Foto: Riccardo Medana

Correva l’anno 2019, ed era il mese di aprile. Sono trascorsi tre anni e mezzo da quando, sempre al Fabrique, ho assistito con entusiasmo a una delle tappe del tour con cui gli Ex-Otago avevano portato sul palco il loro ultimo lavoro discografico, Corochinato. Stavolta, il locale milanese rappresenta un approdo per la band genovese, che chiude in bellezza il tour nei club (partito da Bologna e composto da sette concerti) che li ha portati in giro per l’Italia durante il mese di novembre. Non c’è un album da promuovere, ma tre nuovi singoli e tanta voglia di tornare ad abbracciare il proprio pubblico, che Maurizio Carucci e compagni non dimenticano mai di definire “il sesto Ex-Otago”.

Il concerto

I componenti del gruppo si presentano sul palco alle 21.35, vestiti di chiaro e determinati a condividere subito la propria energia con gli spettatori presenti. «Ci siete mancati! — esordisce il frontman — È bellissimo essere qui, di nuovo, dopo tre anni e mezzo. È stato un periodo particolare, ma la cosa importante è che siamo di nuovo qui, a ballare e cantare insieme».

Dopo l’inizio affidato a Cinghiali incazzati, il secondo brano è Gli occhi della luna: per l’occasione non poteva mancare Jake La Furia, che si presenta sul palco a sorpresa per accompagnare gli Ex-Otago.

Dopo la prima tranche di canzoni, che si conclude con la danza scatenata del Fabrique sulle note di Tutto bene, la band si avvia dietro le quinte e dopo pochi minuti riappare il solo Maurizio Carucci al pianoforte: il frontman esegue Stelle, il singolo da lui realizzato con Fabri Fibra nell’estate 2022, e Con te, una delle nuove canzoni (che poi, più avanti, verrà eseguita una seconda volta con il resto del gruppo). Il momento acustico, molto emozionante, prosegue con una serie di brani in cui i musicisti della band, a turno, accompagnano la voce di Carucci: la tastiera per Le macchine che passano; la chitarra elettrica per Infinito; la chitarra classica per Costa Rica.

Al termine di questa successione, gli Ex-Otago sono di nuovo tutti insieme sul palco ed eseguono una ritmatissima Mondo Panico; la speranza del pubblico è quella di veder comparire anche Fabri Fibra, ma purtroppo non è così: del rapper milanese si sente solo la voce registrata.

L’affiatamento tra gli Otaghi è quello di sempre. E l’affiatamento non manca nemmeno con la nuova chitarrista (e corista) Giorgia Sudati, che si dimostra perfettamente integrata con le dinamiche della band ed è protagonista di alcuni assoli di grande impatto, che incantano il pubblico: su tutti, quello al termine di Questa notte. 

Ed è proprio su quest’ultimo brano che comincia la fase conclusiva del live, che comprende anche due grandi classici degli Ex-Otago, Solo una canzone e Quando sono con te. Ma la band non si accontenta di separarsi dal proprio pubblico in maniera convenzionale e improvvisa una divertente presentazione dei singoli componenti accompagnata dalla sigla dello storico programma TV Ok il prezzo è giusto. Ecco, questa è decisamente quella che il gruppo e coloro che lo amano chiamerebbero “Otagata”.

La scaletta del concerto degli Ex-Otago al Fabrique di Milano

Cinghiali incazzati
Gli occhi della luna
Stai tranquillo
Torniamo a casa
Mare
Bambini
Giovani d’oggi
La notte chiama
Tutto bene
Stelle
Con te
Le macchine che passano
Infinito
Costa Rica
Mondo Panico
Non molto lontano
La nostra pelle
Con te
Ci vuole molto coraggio

Questa notte
Solo una canzone
Quando sono con te

L’evento speciale a Genova e le parole della band

Gli Ex-Otago hanno anche annunciato a sorpresa “Tu non tradirti mai”, l’imperdibile live che accenderà il cuore di Genova, all’Arena del Mare, il prossimo 12 luglio.

«Siamo sempre stati molto legati alla nostra città. Noi, siamo un gruppo indiscutibilmente di Genova e ci piace sottolinearlo. Non tanto per una questione di fede o di cieca appartenenza, ma per il piacere di abbinare dei volti, delle storie, delle canzoni, ad un luogo preciso del mondo. Offrire un paesaggio, odori e suoni alla nostra musica, ai nostri testi. Questo nostro sentire, ci sembra che possa rendere il nostro lavoro più specifico, particolare, parziale forse, ma anche più sincero e autentico.

Il concerto di Genova del 12 luglio sarà unico e dedicato interamente alla nostra città. “Tu non tradirti mai” è senza dubbio un invito rivolto alle persone, ma anche ai luoghi, alle città come la nostra, perennemente in balia di governi che in molti casi non la valorizzano e tentano di trasformarla in un parco giochi per turisti distratti, dimenticandosi che prima di tutto Genova — come ogni altro territorio — deve rappresentare una casa, una comunità empatica e solidale per chi la abita».

La data dedicata a Genova rafforza una volta in più il legame profondo degli Ex-Otago con la loro città natale, luogo che custodisce da sempre la storia della band, promettendo di essere uno dei momenti clou di un’estate carica di emozioni e attesa per la loro nuova musica.

I biglietti sono disponibili già da ora su TicketOne e nei punti vendita autorizzati.

La fotogallery del concerto
Nata a Bari nel 1984, vivo a Milano dal 2006 e mi sento fortunata nell’affermare che amo la mia città adottiva tanto quanto la mia terra d’origine (l'unico vuoto incolmabile è il mare, ahimè!). Marketing/communication addicted, sono una media planner atipica che cerca perennemente di conciliare al meglio la sua anima creativa con quella analitica/numerica. In tutto ciò, la musica è la passione viscerale che ha sempre accompagnato la mia vita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome