Auguri per i 55 anni della tostissima Lucy Liu

0
Lucy Liu

Fin da ragazzina Lucy Liu è stata addestrata nelle arti marziali e in particolare all’Escrima, una tecnica di combattimento in cui si usano soprattutto bastoni, coltelli e altri tipi di lame. Con un valore aggiunto come questo in un curriculum, l’attrice poteva ritrovarsi relegata solo a film action, ma fortunatamente le cose sono andate fin da subito in un’altra direzione.

Gli esordi

Dopo alcuni piccoli ruoli in E.R. – Medici in Prima Linea e X-Files, diventa una co-protagonista di grande rilievo nella serie pluripremiata Ally McBeal, dove interpreta l’irascibile avvocato Ling Woo in 72 episodi. Inizialmente il suo personaggio doveva apparire in poche puntate, ma il successo di quel ruolo ha convinto la produzione a costruire più situazioni in cui fosse presente a fianco dell’interprete principale Calista Flockhart.

Ally McBeal

Siamo a cavallo tra gli anni 90/2000 e la ritroviamo anche in alcuni film come Fino a prova contraria (1999) di Clint Eastwood, nel ruolo della sexy killer sadomaso in Payback – La rivincita di Porter (1999) con Mel Gibson e in Pallottole cinesi (2000) a fianco di un re dell’action come Jackie Chan.

Charlie’s Angels

Si ritrova di nuovo a combattere in uno dei suoi film più importanti, Charlie’s Angels (2000). Con lei una star dell’epoca come Cameron Diaz e Drew Barrymore, che veste i panni anche della produttrice. Le tre attrici diventano grandi amiche da subito e quando Lucy Liu litiga sul set con l’altro interprete Bill Murray (tra i due volano davvero insulti pesanti) trova il totale appoggio della Diaz e soprattutto della Barrymore. Murray finirà il film, ma non sarà più presente nel seguito Charlie’s Angels – Più che mai (2003).

Charlie's Angels

Entra nel cast nel musical premio Oscar Chicago (2002) con Richard Gere e Renée Zellweger e purtroppo in quello che ancora oggi risulta, secondo i sondaggi, la critica e il pubblico, il film più brutto di sempre, Ballistic (2002) con Antonio Banderas. Un flop totale che ha incassato 20 milioni di dollari e ne è costato 70.

Kill Bill

Ma poi arriva Quentin Tarantino, che nel 2003 la sceglie per uno dei ruoli fondamentali della sua carriera, l’assassina O-Ren Ishii in Kill Bill. Un film che in effetti ha rilanciato o confermato la carriera di molti suoi interpreti e che vede Lucy Liu in una delle scene più importanti, se non la più importante, ovvero il duello sotto la finta neve con Uma Thurman al ritmo di Don’t Let Me Be Misunderstood nella versione dei Santa Esmeralda.

Kill Bill

Arrivano poi Domino (2005) di Tony Scott, il notevole crime Slevin – Patto Criminale (2006) con Josh Hartnett e le serie Dirty Sexy Money e Southland. Inizia invece nel 2012 la sua avventura televisiva più lunga, Elementary, che in ben 7 stagioni la vede nei panni di un alternativo Dr. John Watson, che per l’occasione diventa Joan Watson, l’amico di sempre dell’investigatore Sherlock Holmes, qui interpretato perfettamente da Jonny Lee Miller.

Elementary

Lucy Liu sembra avere anche una smodata passione per il doppiaggio. Ha infatti dato voce a diversi personaggi in cartoni animati come Mulan 2, Kung Fu Panda e Trilli.

Il futuro

Nell’agosto del 2023 il regista dei primi due capitoli, McG, ha rivelato l’interesse per un terzo film dedicato alle Charlie’s Angels e sembra già avere dalla sua la produttrice Drew Barrymore. Sarà forse l’occasione di vedere nuovamente combattere la cinquantacinquenne Lucy Liu. Auguri!

Nato a Genova nel 1967 e vissuto felicemente con un cinema a due metri dal portone di casa. Con un diploma in sceneggiatura preso presso la Scuola d’Arte Cinematografica di Genova ho realizzato diversi spot e cortometraggi, di cui uno fighissimo dal titolo “Il Caso Ordero”. Una cosa tira l’altra e sono arrivato a fare inserti di cinema e poi programmi in diverse radio: Radio Genova Sound, Radio Nostalgia, Radio City e ora Radio Aldebaran. Dal 2017 sono il direttore dei programmi del Riviera International Film Festival.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome