“Che musica a Milano” di Giordano Casiraghi presentato al Gogol’Ostello

0
Giordano Casiraghi

In una vita futura, quasi certamente Giordano Casiraghi farà il ricercatore. Giornalista di lungo corso, Giordano ha dato alle stampe diversi libri (su Franco Battiato, Gianni Sassi, sulla musica degli anni ’70, di cui è uno dei massimi esperti). Ogni volta le ricerche per realizzarli sono state lunghe e complesse, come dovrebbe essere se si ha l’ambizione di scrivere un libro (ma non sempre è così). In particolare per quello più recente, Che musica a Milano (Editrice Zona), ha lavorato (e continua a farlo) per lunghi anni. Tanto è vero che la prima edizione uscì nel 2014, ora ne ha pubblicata una nuova di zecca contenente molte informazioni in più rispetto a quella originale.

Detto in estrema sintesi, trattasi di un libro sui luoghi della musica a Milano, a partire dagli anni ’50. Giordano ne ha catalogato quasi 300: si va dai locali che hanno fatto la storia musicale della città a quelli più recenti, il tutto condito da aneddoti e testimonianze dirette dei protagonisti, siano essi gestori, musicisti, giornalisti.

Giordano ha ora in programma una serie di presentazioni a Milano e dintorni. La prima avverrà mercoledì 20 marzo alle ore 18,30 al Gogol’Ostello, un nuovo centro culturale in Viale Bligny 41, all’interno di una rassegna intitolata Che Rockonti a Milano: storie, personaggi e luoghi musicali . È curata dal giornalista Massimo Poggini, che modera anche tutte le presentazioni: si tratta di una prima serie di incontri con personaggi che hanno contribuito a scrivere la storia musicale e culturale della città (clicca qui per leggere il programma completo).

Alla presentazione del libro di Giordano Casiraghi prenderanno parte numerosi personaggi. Si va da Mario Lavezzi a Ivan Cattaneo, da Enrico Intra a Franco Fabbri. E ancora: Mauro Paoluzzi, Sergio Israel (per anni gestore delle Scimmie), Giovanni Poggio (batterista de I Ragazzi della via Gluck), Vanna Revelli Marre, Gianni Prudente, Massimo Bonelli, Francesco Schianchi, l’architetto Daniele Beretta. Insomma, tra aneddoti e considerazioni su com’era e com’è la musica ci sarà da divertirsi.

Nelle nuova edizione di Che musica a Milano, oltre ai tanti nuovi locali di ieri e di oggi di cui si è detto, c’è un intero capitolo dedicato alle sale di registrazione. Inoltre ci sono oltre 40 fotografie d’autore, tra gli altri di Uliano Lucas, Silvia Lelli, Roberto Masotti, Mauro Pomati. E c’è una nuova copertina, anche questa d’autore. Infatti l’ha realizzata Gigi Cavalli Cocchi, che ha firmato diverse copertine dei dischi di Ligabue, lui stesso batterista storico di Ligabue e poi nei CSI di Ferretti e Zamboni, nonché fondatore dei ClanDestino e Mangala Vallis.

Giordano Casiraghi

Spettakolo! nasce nel 2015 e si occupa di cinema, musica, travel, hi-tech. Alla Redazione di Spettakolo! collaborano varie figure del mondo del giornalismo (e non) desiderose di raccontare tutto ciò che per loro è "spettacolo" (appunto).

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome