Springsteen Born to Cruise: la prima crociera al mondo dedicata al Boss

0

Ci eravamo dati appuntamento poco più di un anno fa: Bruce Springsteen dal palco del Parco di Monza, nell’ultima data del tour europeo 2023, ci aveva promesso che ci saremmo rivisti presto. E Bruce le promesse le mantiene, sempre. E così non solo è ripartito il tour americano, ma anche quello europeo e prestissimo (l’1 e il 3 giugno ) Bruce sarà di nuovo sul palco di San Siro per un doppio concerto che si annuncia entusiasmante. Ecco se c’è un aggettivo che si sposa perfettamente con Springsteen è proprio entusiasmante. Se c’è una cosa che Bruce riesce a trasmettere più e meglio di qualsiasi altro artista al mondo è entusiasmo. Quello che da sempre caratterizza i fan di Springsteen spingendoli a fare delle cose tanto assurde (almeno agli occhi dei profani) quanto memorabili. Si parla già di una nuova straordinaria coreografia per la prima data milanese (e siamo tutti curiosissimi di vederla), e di nuove iniziative che accompagneranno il Nostro in Italia. Ma ce n’è una in particolare che davvero non ha precedenti al mondo: una crociera che salperà dal Porto di Genova il prossimo  21 aprile 2025 interamente dedicata a Bruce! Born to Cruise (non poteva esserci altro nome) porterà gli appassionati Springsteeniani di tutto il mondo a bordo della nave Fantasia una delle più belle   della flotta MSC Crociere, in giro per il Mediterraneo in un tour di 5 giorni che toccherà Marsiglia  e Barcellona prima di rientrare in Italia il 25 aprile.

Ad ideare questa splendida follia è stato Alberto Lanfranchi, non soltanto un fan di Bruce e fondatore dell’associazione Noi & Springsteen (ne abbiamo parlato anche qui in passato), ma anche un professionista stimato e competente nel settore dei viaggi e del turismo aziendale. Lanfranchi è un vulcano in continua ebollizione, è una fonte inesauribile di idee che si trasformano in progetti concreti e vincenti, è un visionario rock che arriva prima e meglio degli altri.  E’ lui che ha portato a Bergamo una manifestazione dedicata a Springsteen utilizzando le bellezze della città lombarda e coinvolgendo giornalisti, autori, artisti di primissimo livello tutti accomunati dalla passione per Bruce, è lui che nel 2020 ha voluto un contest (Cover Me, da cui è stato realizzato un album giunto secondo al Premio Tenco 2023) spingendo musicisti professionisti a reinterpretare ognuno secondo la propria sensibilità  le canzoni del Boss, è lui che ha pensato e concretizzato l’ennesimo progetto “folle” della crociera sul Mediterraneo.

«Ho pensato – racconta Alberto – a come sarei stato felice a bordo di una nave da crociera che per cinque giorni potesse risuonare di rock in ogni angolo e in ogni momento. Ho immaginato una comunità di amicizie, di sensazioni e di passioni. C’è voluta molta fantasia per preparare il programma, perciò non potevamo non approdare a bordo di una nave meravigliosa che si chiama MSC Fantasia».

Alberto Lanfranchi (a sin.) e Massimo Bertoldero, MICE Manager di MSC Crociere (a dx)

Partner di Born to Cruise è  la MSC Crociere, un marchio e un’azienda tra le più grandi e importanti al mondo che garantisce un livello qualitativo di assoluta eccellenza. Lanfranchi con il suo entusiasmo contagioso, ha saputo ingolosire e trascinare in questa avventura in primis Massimo Bertoldero, MICE Manager di MSC Crociere (colui che si occupa della pianificazione, della gestione e della realizzazione di Meeting, Incentive, Congress e Convention, Event e Exhibition), il quale poi si è tirato dietro tutta la sua azienda:

«Si tratta di un’idea – ha sottolineato Bertoldero in conferenza stampa – pensata per far vivere in esclusiva momenti indimenticabili attraverso la musica. La crociera rappresenta un’opportunità unica per connettersi e celebrare la musica. MSC Crociere ha una naturale dedizione volta alla creazione di nuove esperienze di viaggio e la crociera a tema Born to Cruise è solo uno dei tanti esempi di come la nostra Compagnia riesca a coniugare l’eleganza del viaggio in mare e la passione per la musica».

Ma cosa faranno i passeggeri? Risponde ancora Lanfranchi:

«Innanzitutto ci sarà un’edizione molto particolare della nostra consueta manifestazione Noi & Springsteen, quindi  concerti, seminari, tavole rotonde con addetti ai lavori, giornalisti, autori, artisti e musicisti che andremo a definire. Ci sarà anche un contest fotografico e  un’edizione speciale di Cover Me, dedicato alle migliori reinterpretazioni di Springsteen, giunto alla quinta edizione: la finalissima – che si svolgerà in un teatro  da 1.650 posti – decreterà il vincitore di Cover Me Cruise. Ci sarà poi anche uno spazio curato e gestito dal gruppo di Glory Days di Rimini, anche loro organizzatori da anni di una kermesse dedicata al Boss che è cresciuta negli anni , e poi  intrattenimento e di chiacchiere, il “confessionale dei fan”, un’area dedicata ai libri. Sto elaborando il programma della crociera insieme a un gruppo di lavoro composto da amici, fan, ognuno di loro con esperienze in settori diversi ma utili allo scopo, che è quello appunto di realizzare una crociera all’insegna del piacere, dell’intrattenimento e dell’amicizia. Sarà una crociera davvero speciale ed entusiasmante».

Ecco, si torna al punto da dove eravamo partiti, si torna sempre all’entusiasmo: quello che trasmette Springsteen e che si propaga come un’onda inarrestabile. Per le prenotazioni (c’è chi ha scritto dal New Jersey!), i costi e il programma di massima: www.noiespringsteen.com/eventi/born-to-cruise

Da gennaio 2025 poi ci sarà anche un sito dedicato Born to Cruise con tutti gli aggiornamenti e le info.  L’avventura è iniziata e chissà che non si presenti pure Bruce con la sua amatissima Patti…

P.S. La foto di Bruce Springsteen è presa di Internet

Patrizia De Rossi è nata a Roma dove vive e lavora come giornalista, autrice e conduttrice di programmi radiofonici. Laureata in Letteratura Nord-Americana con la tesi La Poesia di Bruce Springsteen, nel 2014 ha pubblicato Bruce Springsteen e le donne. She’s the one (Imprimatur Editore), un libro sulle figure femminili nelle canzoni del Boss. Ha lavorato a Rai Stereo Notte, Radio M100, Radio Città Futura, Enel Radio. Tra i libri pubblicati “Ben Harper, Arriverà una luce” (Nuovi Equilibri, 2005, scritto in collaborazione con Ermanno Labianca), ”Gianna Nannini, Fiore di Ninfea” (Arcana), ”Autostop Generation" (Ultra Edizioni) e ben tre su Luciano Ligabue: “Certe notti sogno Elvis” (Giorgio Lucas Editore, 1995), “Quante cose che non sai di me – Le 7 anime di Ligabue” (Arcana, 2011) e il nuovissimo “ReStart” (Diarkos) uscito l’11 maggio 2020 in occasione del trentennale dell’uscita del primo omonimo album di Ligabue e di una carriera assolutamente straordinaria. Dal 2006 è direttore responsabile di Hitmania Magazine, periodico di musica spettacolo e culture giovanili.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome