Un libro che racconta la storia di Fabrizio Poggi, bluesman a un passo dal Grammy

0
Fabrizio Poggi
Fabrizio Poggi e Enrico Polverari alla Sacrestia del Bramante Milano ©Giordano Casiraghi

Un libro per raccontare un storia entusiasmante, quella di Fabrizio Poggi, armonicista e cantante. Lo ha scritto Serena Simula, Believe – conversazioni con Fabrizio Poggi (Arcana, pagg.158, 16€). Nel libro ovviamente si scrive della nomination ai Grammy Awards 2018 (secondo dopo i Rolling Stones), ma l’artista ha ricevuto il Premio Oscar Hohner Harmonicas, due volte candidato ai Blues Music Awards (gli Oscar del blues), candidato ai Blues Blast Music Awards, vincitore di numrosi Jimi Award (gli Oscar della rivista Blues411), eletto artista dell’anno dalla rivista americana Bluebird Reviews, è apparso in copertina di Oltre, vincitore del FIM Awards e senza dubbio è tra i più stimati artisti blues in America. Infatti, nei suoi numerosissimi album registrati ha suonato con artisti internazionali come Blind Boys of Alabama, Charlie Musselwhite, Little Feat, Ronnie Earl, Kim Wilson, Tom Russel, Bob Brozman e tantissimi altri.

Il libro racconta nei dettagli quello che è stato il percorso di Fabrizio Poggi, la brava Serena Simula l’ha impostato come fosse un racconto, cominciando dall’incontro tra Poggi e l’armonica. La prima ricevuta da un ragazzo zingaro, le prime esperienze nel coro della chiesa, il primo lavoro in una vetreria, la passione per i cantautori americani come Dylan, ma anche quelli italiani come Dalla, Guccini, Vecchioni.

La musica cresce come interesse, ma Poggi ancora non ha deciso quale sarà il suo strumento di riferimento, infatti prova con la chitarra e poi con una serie di percussioni. Il primo concerto ufficiale è del 1980 in un teatro di Voghera dove si presenta con un gruppo e con canzone da cantautore con titoli come “Stella radioattiva”, sull’inquinamento, e “Dalla croce a Belfast”, sugli scontri in Irlanda. Ancora non è scoppiato l’amore per il blues e Poggi si esibisce con gli Stormy Monday, i Bluesnakers e la Tamboo Crazy Band.

Nel 1990 partecipa e si fa notare a un programma televisivo su Rete4, a cui segue un’invito per il Costanzo Show che segna la fine del gruppo in cui suona. Nascono così i Cicken Mambo per proporre il verbo del blues e nel 1993 licenzia il primo disco “Mississipi Moon” e la Louisiana appare a un passo, meta da raggiungere. La strada è tracciata, nel 1995 esce “Under the Southern Sky”, ma Fabrizio Poggi ancora non conosce la fisarmonica zydeco che il giornalista Aldo Pedron gli indica come indispensabile per lo stile proposto, anzi lo indirizza verso l’artista Zachary Richard. Agganciato l’artista combinano un incontro e Zachary diventerà l’ospite d’eccezione nell’album “Heroes & Friends” dei Chicken Mambo.

Un primo passo, un grande passo, che convince Poggi a volare in Texas nel 1998 per registrare “Nuther World”. Un capitolo del libro è dedicato a Angelina Megassini, moglie e manager di Fabrizio, lei stessa scrittrice e artista delle cose belle. In Texas Fabrizio ci torna a più riprese, vi registra il “Live in Texas” nel 2010 ed è un successo che cresce e che nel libro viene raccontato, tappa dopo tappa. Come quando si trovano al Madison Square Garden per la nomination ai Grammy, culmine di una carriera che ancora riserve sorprese, esibizione dopo esibione, come quella che Fabrizio, insieme al chitarrista Enrico Polverari, ha tenuto in Sacrestia del Bramante a Milano lo scorso dicembre. 

Nato in Lombardia, prime collaborazioni con Radio Montevecchia e Re Nudo. Negli anni 70 organizza rassegne musicali al Teatrino Villa Reale di Monza. È produttore discografico degli album di Bambi Fossati & Garybaldi e della collana di musica strumentale Desert Rain. È promotore con Pino Massara e Alfredo Tisocco della prima ristampa in cd di tutti gli album di Battiato usciti negli anni Settanta. Collabora per un decennio coi mensili Alta Fedeltà e Tutto Musica. Partecipa a L'Enciclopedia del Rock Italiano - Arcana e Dizionario Pop Rock - Zanichelli edizioni 2013-2014-2015. È autore dei libri Anni 70 Generazione Rock (Editori Riuniti, 2005 - Arcana, 2018), Che musica a Milano (Editrice Zona, 2014 - nuova edizione Editrice Zona, 2023), Cose dell'altro suono (Arcana, 2020) e Battiato - Incontri (O.H., 2022), Gianni Sassi la Cramps & altri racconti (Arcana, 2023) .

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome